No all’allargamento della compagine governativa. No a nuove elezioni

Nella consueta riunione del lunedì il Patto ha esaminato alcuni aspetti relativi alla manovra economica sulla quale il governo sta lavorando per presentarla nella imminente sessione del Consiglio Grande e Generale.
Nonostante le complessità che si generano in una coalizione così composita, l’intenzione di tutte le forze politiche è di affrontare con tutte le energie possibili la congiuntura attuale.
Si è parlato dunque di manovra. Anzi di alcuni aspetti che potrebbero entrare in una manovra, che dovrà articolarsi sulle linee di indirizzo già annunciate: reperimento di nuove risorse e contenimento della spesa.
Ulteriori approfondimenti avverranno mercoledì pomeriggio, durante il confronto con il Segretario Valentini che porterà all’esame del Patto il Progetto Economico 2011.
La migliore risposta a chi vuole fare naufragare il progetto politico del Patto, sarà data dalla serietà degli interventi che dovranno consentire al Paese di affrontare l’attuale crisi economica e di dare prospettive future.
Non è con immaginosi allargamenti o con le elezioni anticipate che si risolvono i problemi del Paese. In genere, ipotesi siffatte, sono solo dimostrazione di fallimento della politica. La maggioranza ha i numeri per governare e lo farà anche se non ci poteva essere momento più difficile di questo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy