San Marino. Rete: “Continua la discrezionalità dei Segretari”

SAN MARINO. A San Marino esistono due tipologie di personale diplomatico: i diplomatici di carriera, che sono quelli in possesso di specifici requisiti stabiliti dalla legge e che accedono alla carica attraverso bandi di concorso, e poi ci sono i diplomatici di nomina politica che vengono nominati direttamente dal Segretario di Stato agli Affari Esteri. Durante la Commissione Esteri di ieri, Nicola Renzi (Esteri) ha portato in discussione la bozza di regolamento sul corpo diplomatico. Per il movimento Rete  non è certo stato fatto un passo avanti rispetto all’esistente: il governo sembra ancora voler ignorare il passato, e non intende rinunciare al potere discrezionale del Congresso di Stato nella scelta dei membri della diplomazia sammarinese. Perché- si chiedono i retini- i Segretari di Stato pretendono di nominare i membri del corpo diplomatico sammarinese quando esiste il personale diplomatico di carriera appositamente formato? 

Phua, Colombelli e Minna: ex diplomatici famosi

(…) Tanto per farci un’idea, in passato la politica ha distribuito incarichi diplomatici a personalità come Paul Phua: vi ricordate l’Aman resort, l’hotel a 7 stelle? Ecco, Phua è stato ritenuto dall’FBI un esponente della mafia cinese (triade 14k) e avrebbe corrotto un Segretario di Stato versando quasi due milioni di euro di tangente per ottenere l’incarico diplomatico sammarinese. O ancora il console Colombelli: vi ricordate l’indagine Chalet e lo scandalo del Mose in Italia? E poi ancora le vicende giudiziarie statunitensi di Luca Minna che fino a novembre scorso era ambasciatore a disposizione di San Marino (e che oltretutto è stato contestato dai dipendenti di uno dei suoi ristoranti americani, per non aver pagato gli stipendi). Pensando a Minna ci viene subito in mente la Centrale elettrica di Faetano: lui ne era promotore insieme all’ex Segretario al Territorio Antonella Mularoni. Che fine ha fatto la centrale? Sarebbe interessante saperlo. Noi ci auguriamo che sia sparita ma abbiamo timore che tra qualche tempo ce la troveremo di nuovo tra i piedi. (…)

Leggi il comunicato

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy