San Marino. SSD: elezione coordinamento

Un direttivo di Sinistra Socialista Democratica molto partecipato ha, nella serata di ieri, dibattuto le tematiche che riguardano il mondo del lavoro anche alla luce delle nuove, importanti proposte che stanno emergendo con la presentazione alle forze sociali della legge sullo sviluppo da parte della Segreteria di Stato al Lavoro.
Un provvedimento questo che modifica in modo strutturale il rapporto fra domanda e offerta nel mondo del lavoro e consente alle imprese di accedere più liberamente alle risorse umane sia interne che esterne al territorio, opportunità indispensabile per il loro funzionamento e per favorire opportunità di investimenti e nuova occupazione.

Incentivando attraverso politiche attive l’occupazione e diminuendo il numero degli attuali iscritti nelle liste di avviamento al lavoro, la proposta di legge mette tutti i lavoratori sulla stesso piano riconoscendo in campo normativo e contrattuale pari diritti ed eliminando in via definitiva la grave discriminazione nei confronti dei lavoratori frontalieri.

Le preoccupazioni condivise all’unanimità dal Direttivo di SSD riguardano in particolare il metodi di confronto che occorre mettere in atto con le forze sociali nell’affrontare un tema tanto importante affinché le scelte possano essere condivise non solo nella maggioranza, ma con le organizzazioni sindacali e dei datori di lavoro.

La legge sviluppo nasce infatti proprio con l’obiettivo di dare una risposta efficace al fenomeno della disoccupazione e di dare una prospettiva all’economia, favorendo nuovi investimenti.

In tale dimensione cruciale è anche il rapporto con lo Stato italiano che, conclusa la fase critica delle relazioni, rappresenta in termini di mercato una grande opportunità per le imprese sammarinesi.

Le buone relazioni con gli altri Stati e il patto sociale con le organizzazioni sindacali e datoriali, sono due imprescindibili presupposti affinché la Repubblica possa riprogettare il proprio futuro e per questo motivo il Direttivo di SSD invita i rappresenti di governo ad agire prestando la massima attenzione a questa prospettiva.
In particolare per la legge sviluppo, SSD condivide il fatto che si apra una collaborazione fattiva con le parti sociali affinché il testo che dovrà essere approvato dal Consiglio Grande e Generale possa essere ampiamente ragionato e approfondito.

Il Direttivo di SSD ha inoltre compiuto un altro importantissimo passo nella costituzione del nuovo Partito della sinistra sammarinese. Dopo la vittoria elettorale e la designazione della propria squadra di Governo, dopo la formazione di nove gruppi di lavoro politico che fanno da supporto all’impegno nelle istituzioni e nella società dei Segretari di Stato e dei Consiglieri, SSD avendo nominato nell’assemblea del 7 e 8 aprile il proprio Direttivo composto da 64 compagni, ha ieri provveduto a eleggere il gruppo esecutivo di coordinamento che affiancherà nel lavoro di rappresentanza il Presidente del Gruppo Consiliare.

Per acclamazione sono stati designati a svolgere questo importante compito: Marina Lazzarini. Tony Margiotta e Alessandro Bevitori.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy