San Marino. CSU contro la modifica della legge sulla disciplina del lavoro occasionale

SAN MARINO. La CSU dice no alla proposta di modifica della legge sulla “Disciplina delle prestazioni di lavoro occasionale e accessorio”. “Il lavoro occasionale così concepito-scrive in una lettera inviata ai membri del Congresso di Stato- rappresenta una forma di precarietà ancora più estrema e intollerabile”.

Con una lettera inviata nel pomeriggio di oggi a tutti i membri del Congresso di Stato, la CSU ha detto un secco no alla proposta di modifica della legge n. 147/2014 “Disciplina delle prestazioni di lavoro occasionale e accessorio”.
Nella lettera la CSU chiede innanzi tutto all’Esecutivo di recedere “dalla volontà di inserire tale articolato nel testo della legge di bilancio previsionale 2018.”
“In generale – prosegue la lettera – la CSU dà una valutazione estremamente negativa di questa proposta legislativa, che di fatto vuole introdurre a San Marino il più che controverso strumento dei ‘voucher’, che hanno prodotto enormi distorsioni a danno dei lavoratori nella vicina Italia, paese in cui peraltro tale aberrazione è stata cancellata”.

 

Leggi comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy