San Marino. Approvato l’ordine del giorno su Banca Centrale

SAN MARINO. Approvato l’ordine del giorno di Adesso.sm su Banca Centrale. La seduta notturna del Consiglio Grande e Generale di ieri è stata nuovamente incentrata sulle recenti dimissioni di Raffaele Capuano da Bcsm. Il documento approvato impegna il Governo a “intervenire in tempi brevi affinché possa giungere alla ridefinizioni delle funzioni di Banca centrale, attraverso la riforma dello Statuto, la separazione dei settori non attinenti di regolatore, la riduzione del trasferimento dello Stato all’organismo al fine di perseguire la ristrutuazione dell’organico”. Respinti gli ordini del giorno presentati dalle opposizioni. 

Nella seduta notturna di ieri, si è concluso invece il lungo dibattito sulle dimissioni del Dg di Bcsm, Raffaele Capuano con l’approvazione di un ordine del giorno dei gruppi di maggioranza. Respinti invece i due Odg presentati dai gruppi di opposizione, uno sottoscritto dal Pdcs, il secondo dai gruppi Rete-Mdsi e Psd. Il testo presentato dalle forze di Adesso.sm, approvato con 34 voti a favore, impegna quindi il governo 1) “a intervenire in tempi brevi affinché possa giungere alla ridefinizioni delle funzioni di Banca centrale, attraverso la riforma dello Statuto, la separazione dei settori non attinenti di regolatore, la riduzione del trasferimento dello Stato all’organismo al fine di perseguire la ristrutuazione dell’organico, il potenziamento delle competenze attinenti alle funzioni specifiche, 2) a sollecitare, nell’ambito delle proprie competenze, l’avvio delle procedure per l’individuazione di una nuova figura di Direttore Generale di Banca centrale che, oltre a proseguire il percorso di rilancio del sistema bancariom confermando il dialogo costruttivo con gli istituti di credito, dovrà avere un mandato rivolto anche agli impegni di cui il punto precendete”. Inotre con l’Odg di maggiorazna, il Consiglio grande e generale 3) “impegna il governo ad accelerare l’azione sul progetto generale per il Paese che includa le azioni necessarie”. 

Leggi il resoconto di SMNA. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy