Rimini. Botte ed insulti a mamma e sorella: arrestato 19enne

Enrico Chiavegatti – Corriere RomagnaBotte ed insulti a mamma e sorellaOra sfoga la rabbia in cella ai Casetti

RIMINI. Il divieto di usare il wi-fi per impedirgli di passare ore e ore a guardare lo smartphone anzichè studiare. Questo è uno degli  episodi raccontati dalla mamma e dalla sorella di un 19enne che per mesi ha trasformato le loro vite in un incubo. Una situazione talmente grave da spingere la madre a presentare diverse denunce che lunedì scorso, al termine di una puntuale quanto veloce indagine condotta dai carabinieri, ha portato gli stessi militari ad eseguire un ordine di custodia cautelare firmato dal giudice Sonia Pasini su richiesta  della  procura. Le accuse nei suo confronti sono di maltrattamenti n famiglia. L’indagato, assistito di fiducia dall’avvocato Paolo Ghiselli, ieri mattina è comparso davanti al Gip per l’interrogatorio di garanzia al termine del quale è stato ricondotto nel carcere dei Casetti. Lì ci resterà, come sottolineato dallo stesso giudice nel provvedimento restrittivo, fino a quando non sarà individuata una struttura idonea dove trasferirlo per curare le sue crisi di rabbia. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy