Rimini. «Mia madre in casa con mio fratello drogato liberatela dall’inferno di botte e minacce»

Corriere Romagna: L’intervista. Parla il figlio preoccupato per la donna / «Mia madre in casa con mio fratello drogato liberatela dall’inferno di botte e minacce» / Lo sfogo del parente della giovane ex promessa del calcio da anni protagonista di episodi di violenza domestici. «Eravamo una famiglia normale, tutto distrutto da depressione e cocaina».

RIMINI. «Liberate mia madre da questo inferno prima che succeda l’irreparabile, da sei anni vive in casa con mia fratello drogato che l’ha mandata in ospedale tante volte e il rischio è che la uccida». Il disperato appello lo lancia un 30enne, che resta anonimo per tutelare le persone coinvolte in questo dramma e che ancora una volta ha dovuto
raccogliere il grido di aiuto della mamma, costretta a vivere con la furia violenta del figlio minore, «in un incubo fatto di minacce di morte e vessazioni alle quali ha deciso di dire basta». La donna ha presentato denuncia ai carabinieri per lesioni e percosse, ma soprattutto ha chiesto di fare curare e di portare via suo figlio dal loro appartamento dove «la paura maggiore è quella che la situazione possa degenerare in un dramma senza ritorno». Il ragazzo di 30 anni, fratello del giovane da curare, racconta che la loro era una «famiglia normale ma tutto è crollato all’improvviso». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy