San Marino. Da Abs segnali di apertura sul tema dell’accordo integrativo

SAN MARINO. Arrivano segnali di apertura da parte di Abs (Associazione bancaria sammarinese) sul tema dell’accordo integrativo. 

[C.S.] Recependo le istanze manifestate dai Sindacati, gli Istituti di credito sammarinesi si sono resi disponibili a mutare in “disdetta” il “recesso” dall’Accordo integrativo per i dipendenti dei rispettivi Istituti, pur di avviare un’adeguata trattativa finalizzata alla stipula di un nuovo Accordo collettivo di settore, scaduto sin dall’anno 2010, che consenta di ridurre il costo di lavoro del settore entro tempi coerenti con le note esigenze contingenti del sistema bancario. La decisione, già comunicata dai singoli Istituti interessati a FULCAS e USL, rappresenta un gesto concreto e significativo per favorire l’immediata apertura della concertazione. ABS, che si conferma ancora una volta stakeholder responsabile e attore di sistema, siederà al tavolo della trattativa con intenti positivi e costruttivi che confida di condividere, nella convinzione che il Sindacato sammarinese possa accompagnare al meglio il percorso da fare insieme in una delicatissima fase per il rilancio del sistema bancario e per il Paese, in cui la regimazione e la modernizzazione di tutti i costi aziendali potranno fare la differenza. La condizione posta dalla parte bancaria è che la trattativa venga avviata sin da subito e si concluda in tempi celeri.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy