San Marino. Il silenzio sulla sentenza Conto Mazzini. Omertà o peggio?

È passato oltre un  mese  dalla  diffusione  della sentenza Conto Mazzini, completa di motivazioni.

Ancora dai partiti e dai movimenti nessuna vera  reazione. Nessuna legge speciale in cantiere. Nessuna iniziativa per istituire una commissione consiliare d’indagine, ad esempio,  sul ruolo esercitato  da Banca Commerciale Sammarinese (e la sua galassia di società), prima, durante ed anche  dopo il passaggio ad Asset Banca, quando si è cominciato ad attingere ai soldi dello Stato col credito di imposta.

Già il 2 gennaio 2017 era pronta  la legge di iniziativa popolare preparata da Civico 10 per recuperare anche i crediti di imposta.  Ma  sarà portata  in Consiglio  solo  giovedì 19 luglio, completamente stravolta. Cioè, di fatto,  inutile.

(*) QUANDO NON TACERE È UN DOVERE   è il titolo di una raccolta di articoli (dal 1997 al 2002) di Marino Cecchetti  pubblicato nel 2003. Si legge nella prefazione: ““Al governo si è avuto un girotondo di politici, i quali, …  in genere hanno brillato per l’assenza di qualsiasi idea guida e per la scandalosa disponibilità a farsi corrompere”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy