San Marino La legge contro la frode sportiva unisce la politica, il Pgr la divide

L’informazione di San Marino: Commissione sport e territorio / Pdl approvato all’unanimità Podeschi: “Grazie a tutti i consiglieri” / La legge contro la frode sportiva unisce la politica, il Pgr la divide / Sul Piano regolatore è scontro tra maggioranza e opposizione

SAN MARINO Il Governo dice basta alla giungla delle scommesse sportive. E lo fa con una legge che introduce il rilievo penale contro quelle che sono vere e proprie frodi.  Mai più scandali come quello scoppiato qualche tempo fa nel mondo del calcio, insomma. E più disciplina per l’intero settore. L’approvazione bipartisan di l’altro ieri in Commissione Sport, Sanità e Territorio, con le coalizioni di governo e d’opposizione a votare sì al Pdl (11 a favore 0 contrari), del resto, non è altro che una dichiarazione d’intenti inequivocabile da parte dell’intera classe politica sammarinese: la Repubblica non deve diventare porto franco per malintenzionati e criminali in cerca di soldi facili attraverso le scommesse illegali. (…)

Un’armonia di breve durata quella tra maggioranza e opposizione. Il tempo di approvare all’unanimità la nuova legge contro la frode sportiva (il provvedimento per entrare in vigore attende, ora, solo il voto del Consiglio) che la Commissione torna ad essere terreno di scontro. A riaccendere la miccia ci pensa la mozione del gruppo Pdcs sull’incarico professionale conferito alla Società Stefano Boeri Architetti s.r.l., alla Società Nuova Qualità Ambiente s.r.l. e alla Società MobilityInChain s.r.l. e sulle proposte progettuali relative alla Fase 2 della elaborazione del nuovo Piano regolatore generale. (…)

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy