Rimini. Caso Scieri, la svolta con tre indagati

Grazia Buscaglia Il Resto del Carlino Caso Scieri, il militare indagato «Quel giorno ero in licenza» / Andrea Antico è consigliere comunale a Montescudo-Monte Colombo

RIMINI Omicidio volontario. E’ l’accusa che pende dal primo agosto sulla testa di Andrea Antico, 39 anni, caporal maggiore scelto in servizio presso il Reggimento 7° Vega dell’Esercito a Rimini, ma anche consigliere comunale di una lista civica a Montescudo-Monte Colombo, eletto nel 2016. L’omicidio è quello di Emanuele Scieri, il 26enne allievo paracadutista di Siracusa, morto la notte tra il 13 e il 14 agosto 1999 nella caserma Gamerra di Pisa dopo aver subito, stando alle accuse, atti violenti di nonnismo. A distanza di 19 anni, il nome di Antico è finito nel registro degli indagati della Procura di Pisa insieme ad altri suoi due ex commilitoni, Alessandro Panella, romano di 39 anni, che da giovedì si trova agli arresti domiciliari e Luigi Zabara, 39 anni, laziale. Per tutti l’accusa è di omicidio volontario. (…)

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy