Rimini. «Volevo suicidarmi e ho provato l’arma» La disperazione dietro gli spari al ponte

Andrea Rossini. Corriere Romagna: La ragazza con la pistola / «Volevo suicidarmi e ho provato l’arma» La disperazione dietro gli spari al ponte / Ma è giallo su come la studentessa si sia procurata il revolver: «Venditore contattato su internet».

RIMINI. «Volevo farla finita, per questo mi sono procurata una pistola e dopo aver vagato per un po’ mi sono appartata sotto al ponte, dove non c’era nessuno. Gli spari? Non avevo mai avuto un’arma: era solo un modo per capire come funzionava, l’ho puntata verso l’acqua , in basso, a due passida me». Non cisono misteri, né segreti dietro all’esplosione di tre colpi di arma da fuoco che, mercoledì notte, avevano messo in allarme cittadini e forze dell’ordine. La studentessa universitaria di 24 anni, bloccata e arrestata dalla polizia, era disperata e aveva intenzione di suicidarsi. Poi, all’ultimo momento, ha fortunatamente rivolto il revolver verso l’acqua: un gesto che è soprattutto una drammatica richiesta di aiuto. (…) 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy