Rimini. Torna Itacà il Festival del Turismo Responsabile

RIMINI Per il quarto anno consecutivo, la città di Rimini ospiterà una nuova tappa del Festival del Turismo Responsabile IT.A.CÀ – Migranti e Viaggiatori, il primo e unico festival in Italia che da 10 anni si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica in ben 14 tappe nazionali.

[c.s.] 4 giorni, 18 appuntamenti da Rimini, passando per Gemmano, Perticara e Pennabilli, fino alla cima del Sasso Simone per vivere l’emozione del viaggio in maniera autentica e sostenibile attraverso mostre, incontri – racconti, visite guidate, passeggiate naturalistiche culturali e molto altro ancora.

La nuova tappa di It.a.cà Rimini, autosostenuta dal lavoro volontario dei Partner e patrocinata dal Comune di Rimini, è supportata da Lonely Planet UlisseFest, il Festival organizzato da Lonely Planet Italia interamente dedicato al viaggio svoltosi a Rimini dall’8 al 10 giugno 2018.

Il Festival sarà anche un’esperienza formativa per gli studenti grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro, siglato con il Liceo Linguistico Cesare Valgimigli di Rimini, che li vedrà coinvolti in tutti gli eventi del festival al fianco degli operatori.

Giovedì 20 settembre la nuova edizione del Festival si apre con la mostra fotografica “I am a woman no more and no less” a cura di EducAid presso la Galleria dell’Immagine, venti scatti per raccontare le storie di donne palestinesi con disabilità. Nel pomeriggio, ricercatori, docenti, studenti e professionisti di turismo si confronteranno al Campus di Rimini in una tavola rotonda sul tema delle potenzialità dei viaggi di istruzione come stimolo per nuove forme di turismo responsabile e co-creazione del patrimonio culturale a cura del CAST (Centro di Studi Avanzati sul Turismo). E la sera, ben due appuntamenti animeranno il centro storico di Rimini: Al Bar Lento si potrà assistere alla presentazione del libro “Storie di una indocumentata” di Ilka Oliva Corado, mentre gli archeologi dell’associazione Kantharos Aps condurranno residenti e turisti in una passeggiata culturale nel Rione Montecavallo, uno dei più antichi quartieri della città.

Venerdì 21 settembre, l’EX Colonia Bolognese apre i suoi cancelli ad una ricca mattinata di confronti, riflessioni ma anche momenti di formazione sul tema della rigenerazione urbana con l’evento RIMINI WAKE HUB 2018 a cura dell’Associazione Il Palloncino Rosso. Il pomeriggio sarà, invece, Rimini Innovation Square ad ospitare un’interessante appuntamento a cura di Filcams CGIL Rimini sulla storia riminese del turismo sociale: dall’affermazione della vacanza come diritto per tutti, al turismo organizzato e promosso da Enti Locali e Organizzazioni Sindacali. Nel programma serale, nello spazio di Dimora Energia, racconti, musica e proiezioni alla scoperta del Kenya a cura dell’Organizzazione No-profit Mani Tese, ma anche alla ri-scoperta della classicità in Italia con il Nuovo Grand Tour a cura dell’Associazione Dimora Energia.

Sabato 22 settembrezaini in spalla con l’associazione di promozione sociale Libera per una visita guidata alla Fattoria della Legalità (bene confiscato alla mafia) e con il MUSS – Museo Naturalistico di Pennabilli in collaborazione con l’Ass. cult. Chiocciola la casa del nomade per una passeggiata naturalistica alla scoperta del Parco Begni, un’area naturale a pochi passi dal centro di Pennabilli. Il viaggio continua anche con la visita al Museo Storico Minerario “Sulphur” di Perticara e al C.e.i.s. (Centro Educativo Italo Svizzero) con i racconti di Educaid di un viaggio in Palestina per la costruzione di un’economia sociale. Teatro, rievocazioni storiche e camminate sono le protagoniste dell’evento “La Battaglia di Gemmano”, due giorni tra Farneto, Gemmano, Onferno a cura dell’Associazione di promozione sociale A Passo D’Uomo. “Liberi di Viaggiare, Liberi di scappare”, è l’evento che si terrà al Sunflower Beach Backpacker Hostel & Bar, con incontri, laboratori, aperitivo multiculturale, concerto e anche mercatino degli oggetti lasciati in ostello e del commercio equosolidalePacha Mama.

Domenica 23 settembre, si conclude la quarta edizione della tappa riminese con un’intensa giornata fatta di escursioni sulla cima del Sasso Simone a cura del MUSSS – Museo Naturalistico di Pennabilli; camminate – racconti a Gemmano e visite guidate nelle grotte di Onferno a cura dell’Associazione di promozione sociale A Passo D’Uomo; pedalate alla scoperta degli itinerari del museo diffuso dell’abbandono in Romagna insieme all’Associazione culturale Spazi indecisi. A chiudere il festival saranno l’Associazione Kantharos aps e l’Associazione Rione Montecavallo con l’evento “La Strada di Fellini – Percorso sulle tracce del grande regista”, una passeggiata culturale sulle strade e nei luoghi del grande regista riminese Federico Fellini.

Il programma completo è consultabile alla pagina http://bit.ly/itaca-rimini

Ingresso libero agli eventi (dove non segnalato diversamente)

Itacà Rimini

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy