Rimini. Attacco ai profughi «Violenza vigliacca Non ci fermeremo»

Corriere Romagna: Attacco ai profughi «Violenza vigliacca Non ci fermeremo» / «Siamo una cooperativa sociale che fa accoglienza e e inclusione, che protegge le persone ad essa affidate. Continueremo con responsabilità la nostra missione».

RIMINI. «L’accoglienza è una delle nostre missioni, nulla ci fermerà, non certo gli attacchi vigliacchi». È la promessa della Cento Fiori, dopo l’attentato con bomba carta all’ex scuola diSpadarolo, dove vivono tredici persone richiedenti asilo e due custodi. Le indagini sono affidate ai carabinieri e anche per questo la cooperativa sociale sceglie la strada del basso profilo. «Un riserbo dovuto anche ai nostri ospiti e colleghi, già vittime di una violenza assurda e vigliacca nella loro casa, e che non meritano ulteriori tensioni». La città si è comunque mobilitata e sono molti i messaggi di vicinanza da parte di partiti o associazioni. «Qualcuno ci chiede anche di creare momenti momenti pubblici. Saranno i nostri ospiti a decidere se e come organizzare, eventualmente, ogni iniziativa futura: siamo una cooperativa sociale che fa accoglienza e e inclusione, che protegge le persone ad essa affidate. Anche di fronte alla rabbia che ci suscitano questi atti vigliacchi, continueremo con responsabilità la nostra missione». (…) 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy