Rimini. «Porto dimenticato, la marineria affonda»

Il Resto del Carlino : «Porto dimenticato, la marineria affonda» / Molte spese e incassi scarsi: pescherecci in fuga

RIMIMI. PESCE azzurro quasi sparito per la cessata attività dei pescherecci delle ‘volanti’, strutture del mercato ittico all’ingrosso datate e irraggiungibili, caro gasolio che mette in ginocchio gli armatori, continua emorragia degli associati. ‘Cronache dal bar’ sbarca alla Bussola di Andrea Pretolani, in via Sinistra del Porto. «Se non ci fossero i lampedusani e i tunisini avremmo chiuso baracca e burattini da un pezzo – ammette Adamo Francioni, ex armatore – Il costo del gasolio raddoppiato ci ha ammazzato, e i ricavi che però restano uguali. Sardoni, saraghine e simili sono spariti. Sono andate via quattordici grosse barche (…) 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy