San Marino. Riciclaggio milionario. Condannato il “re del vino”

Antonio Fabbri. Riciclaggio milionario. Condannato il “re del vino”.

L’accusa era riciclaggio di una ingente somma di denaro di svariati milioni di euro. Denaro ritenuto dall’accusa provento di fatture per operazioni inesistenti, truffa allo Stato e frode ai danni dell’Unione Europea. Reati che, nell’ambito dell’operazione denominata “Baccus” erano stati contestati al “Re del vino”, Vincenzo Secondo Melandri, noto imprenditore ravennate dell’azienda vitivinicola “Alla grotta”. Una indagine che fece emergere anche contatti con la malavita foggiana, tanto che se ne occupò, e se ne occupa tuttora in un altro filone di indagine, la Direzione investigativa antimafia di Bari. Così ieri Vincenzo Secondo Melandri è stato condannato a 4 anni e mezzo di prigionia, due anni di interdizione dai pubblici uffici e diritti politici, multa di mille euro e confisca del denaro posto sotto sequestro più gli interessi. Denaro investito in una polizza assicurativa della Compagnia sammarinese di assicurazioni. Sette milioni di euro, originariamente, che ad oggi dovrebbero ammontare a circa 9 milioni. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Leggi l’ articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 22

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy