I frontalieri spingono con forza per avere uno Statuto del lavoro

I frontalieri spingono con forza per avere uno Statuto del lavoro

I lavoratori frontalieri chiedono al governo e alle forze politiche il riconoscimento dei loro diritti e doveri

Il Consiglio sindacale interregionale San Marino-Emilia Romagna-Marche spinge per riaprire il confronto con governo e forze politiche affinchè si possa arrivare a uno Statuto dei lavoratori di confine, cioè definire per via legislativa il riconoscimento giuridico dei frontalieri.

IL CONVEGNO – A distanza di 24 anni dalla sua nascita, si legge in una nota, l’organismo sovranazionale che riunisce i sindacati sammarinesi e delle due Regioni vicine, Emilia Romagna e Marche, ha voluto ripercorrere sabato scorso al Cinema Teatro Tiberio di Rimini, in occasione del convegno “Il lavoratore di frontiera. Lavorare a San Marino aspettando l’Europa”, le tappe di una lunga storia e insieme indicare il nuovo orizzonte d’impegno per difendere i diritti dei 5.900 frontalieri occupati sul Titano (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy