Industriali, imprenditori e Csu contestano al governo la mancanza di confronto

Industriali, imprenditori e Csu contestano al governo la mancanza di confronto

Il tema è quello della legge di assestamento del bilancio dello Stato

L’Associazione nazionale industria San Marino, l’Organizzazione sammarinese degli imprenditori e la Centrale sindacale unitaria contestano il governo per la mancanza di confronto sulla legge di assestamento del bilancio dello Stato. ANIS – La legge di assestamento del bilancio dello Stato, commenta l’Anis in una nota, “dovrebbe solo apportare i correttivi in termini contabili ai vari capitoli del bilancio dello Stato in base agli impegni presi in finanziaria” e “invece è infarcita di tanti provvedimenti sui quali non c’è stato confronto, né tanto meno il dovuto approfondimento con le parti sociali, perché è prevalsa la logica di prevaricare e forzare i tempi, forse per rispondere ad esigenze che preferiamo non immaginare”. (…)

OSLA – “Per la prima volta, infatti, non siamo stati convocati ufficialmente dal governo per la presentazione e discussione della legge di assestamento di Bilancio, né in occasione della prima lettura, né tra la prima e la seconda lettura – dichiara l’Osla in un comunicato. (…)

CSU – La Centrale sindacale unitaria, attraverso una nota, chiede a tutte le forze politiche “un incontro urgente in particolare sulla reintroduzione del sistema forfettario, anche se temporaneo; non accettiamo che la maggioranza possa, in maniera arrogante, autoritaria e lesiva di ogni principio di democrazia partecipativa, gettare alle ortiche una riforma che aveva trovato un suo delicato punto di equilibrio grazie allo sciopero Csu del settembre 2013 che ha portato in Piazza oltre 8.000 persone, in quella che è stata la più grande espressione di democrazia della storia recente di San Marino”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy