Seduta caratterizzata dai temi legati ad aborto e tutela della genitorialità

La depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza e la tutela della genitorialità (e della vita) sono al centro del lungo dibattito che si è sviluppato nella seduta odierna, nell’ultimo giorno di lavori consiliari, con la presentazione in prima lettura di due progetti di legge di iniziativa popolare, a)  “Sostegno alla genitorialità ed ai figli nascituri”; b) Norme in materia di procreazione cosciente e responsabile e di interruzione volontaria della gravidanza”.

Il primo Pdl – si legge nel report della seduta di San Marino News Agency -, come spiega la relazione dei promotori, propone “reali soluzioni a tutela della vita della madre e del bambino”, che includono “aiuto economico diffuso a tutti i genitori in attesa della nascita, nel primo anno di vita e lungo tutto il periodo in cui il figlio è nel nucleo famigliare attraverso piccoli interventi economici e aumento delle detrazioni fiscali per le famiglie più numerose”. Ma anche “interventi economici significativi alle madri rimaste sole o senza alcuna capacità reddituale, attraverso un assegno mensile, dalla certificazione della gravidanza al 18 mese di vita”.  Sono tutti interventi che “mirano a conciliare la vita della madre e quella del figlio- sottolineano i relatori- che non dovrebbero mai essere messe in contrapposizione”.            
Il secondo Pdl “intende tutelare in particolare l’autodeterminazione della donna- spiega la relazione  dei promotori- la sua libertà di scelta in ambito sessuale-riproduttivo e la possibilità di interrompere la gravidanza se indesiderata”. E parte dal presupposto che “ovunque vi siano politiche di legalizzazione dell’interruzione volontaria della gravidanza, affiancate da un facile accesso a servizi di pianificazione famigliare, diminuisce nel tempo il ricorso alle interruzioni di gravidanza volontarie”.             
Sui due Pdl, interviene il Sds Franco Santi: rispetto quello in favore della genitorialità, ricorda da un lato come esistano già voci di sostegno a riguardo, ma riconosce che  “possono essere sicuramente riviste e armonizzate, anche rispetto l’introduzione dell’indicatore Icee per razionalizzare la spesa per il sostegno della famiglia e per dare più supporto a chi effettivamente ne ha bisogno” Sul Pdl sull’interruzione di gravidanza ricorda come l’Aula si sia già impegnata nella direzione di portare un impianto legislativo su questo tema, ma sottolinea l’importanza dell’aspetto informativo e di prevenzione, soprattutto rivolto ai più giovani.             
In Aula emergono posizioni pro o contro l’uno o l’altro progetto di legge, ma anche un’orientamento trasversale comune, ovvero il riconoscimento che in entrambi vi siano contenuti interessanti che possono essere integrati in un unico provvedimento. “Sono progetti che possono sembrare di primo acchito opposti e antitetici- spiega infatti Marina Lazzarini, Ssd-  in realtà cercano di dare risposte agli stessi problemi, risposte che devono integrarsi e armonizzarsi in un unico progetto, libero da visioni ideologiche, fornendo soluzioni diversificate”.  Di qui l’auspicio che i due Pdl “possano arrivare presto nelle commissioni, per poter essere sinergicamente elaborati e possano tornare in seconda lettura in tempi brevi in un unico progetto e senza scontri ideologici”.                
Dall’opposizione, Denise Bronzetti, Ps, riconosce che “su entrambi i pdl ci sono modifiche che riterremo utili fare” e si augura che possano essere confrontate tra i vari gruppi politici,“superando le attuali collocazioni dei partiti, maggioranza e opposizione”. Dal Pdcs, gli interventi sono orientati fermamente alla contrarietà rispetto l’interruzione di gravidanza. Teodoro Lonfernini, tuttavia, apre a riguardo: “La depenalizzazione è un percorso che il nostro paese sotto profilo giuridico deve intraprendere, non posso oppormi- manda a dire- non possiamo tollerare che clandestinamente possa avvenire l’interruzione a Rimini, chiudiamo gli occhi in continuazione, di fatto è tollerato, ma non è  normale in un paese civile e moderno”.

            Prima dell’esame dei due Pdl, il Consiglio affronta una serie di nomine e sostituzioni, iniziate ieri in notturna con la sostituzione del dimissionario Federico Pedini Amati in Commissione Antimafia, con Tony Margiotta, Gruppo misto, e la nomina in tale commissione di Pasquale Valentini a presidente. In mattinata si riprende con la presa d’atto delle dimissioni del Dott. Lamberto Emiliani da Giudice di Terza Istanza in materia Penale. Si passa poi alla nomina di Cda e Collegio sindacale delle Poste:  per il Consiglio di Amministrazione sono nominati  Andrea Ciavatta, Fabrizia Casadei e Fortunato Bruschi, candidati da Rete, Ssd e Rf, mentra C10 e Pdcs chiedono di soprassedere. Si procede poi anche alla nomina di presidente e Cda dell’Azienda Autonomia di Stato per i Lavori Pubblici: rispettivamente Federico Bartoletti, indicato da Rf, Alessio Faetanini per C10, Domenico Terenzi per Rete, Cesare Biordi per Ssd. Il Pdcs chiede di soprassedere alla nomina. E ancora, tra le nomine all’Odg, anche quella del Cda dell’ Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici: Vincenzo Pazzana per Rf, Luca Morganti per Rete, Alessandro Scarano per Pdcs, mentre Ssd e C10 chiedono di soprassedere.

La sessione si è infine conclusa senza che l’Odg previsto sia stato interamente evaso.

Di seguito un estratto degli interventi odierna al  Comma 20 a) Progetto di legge di iniziativa popolare “Sostegno alla genitorialità ed ai figli nascituri” (presentato dal Signor Manuel Ciavatta ed altri) (I lettura) b) Progetto di legge di iniziativa popolare “Norme in materia di procreazione cosciente e responsabile e di interruzione volontaria della gravidanza” (presentato dalla Signora Vanessa Muratori ed altri) (I lettura)

Mariella Mularoni, Pdcs

Fabrizio Perotto, Rf;

Franco Santi, Sds Sanità;

Marina Lazzarini, Ssd;

Pasquale Valentini, Pdcs

Pierluigi Zanotti, Rf;

Marco Nicolini, Rete;

Luca Santolini, C10;

Denise Bronzetti, Ps;

Fabrizio Perotto, Rf

Marianna Bucci, Rete

Teodoro Lonfernini, Pdcs

Jader Tosi, C10

Vanessa d’Ambrosio, Ssd;

Mariella Mularoni, Pdcs;

Sandra Giardi, Rete;

Mimma Zavoli, C10

Marco Gatti, Pdcs;

Giovanna Cecchetti, Gruppo Misto;

Leggi il report integrale

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy