San Marino. Meteo: lento logorio dell’Anticiclone, settimana di transizione tra sole e cumulonembi

Questa settimana è preparatorio e di studio tra i due grandi rivali di sempre, l’Anticiclone azzoriano o africano (a seconda se alimentato da venti occidentali o meridionali) e le correnti atlantiche, binari delle perturbazioni di stampo autunnale. 
Quella che si sta giocando, è una partita a scacchi, fatta da piccole mosse, arretramenti, arroccamenti. L’Anticiclone delle Azzorre fa ancora la voce grossa ma in cuor suo è consapevole che la sua stagione è agli sgoccioli, ma resiste. Il binario atlantico con le sue perturbazioni è ancora alto e scorre sulle alte latitudini dell’Europa centro-settentrionale, ma non rimane a guardare. Durante questa settimana l’Atlantico tenterà le mosse decisive per sconfingere il suo avversario, cercando di toglierli energia dalle fondamenta, preparando così l’affondo autunnale durante la prima settimana di settembre.
La prima mossa è attesa tra mercoledì 28 e giovedi’ 29 agosto quando una prima debole perturbazione si staccherà dal flusso atlantico e punterà sull’Italia centro-meridionale, interessando soprattutto le regioni centro-meridionali del settore tirrenico italico. San Marino dunque sarà interessata solo in parte, da annuvolamenti che durante le ore pomeridiane di mercoledi e giovedi sfoceranno in temporali sul settore appenninico interno romagnolo-amrchiggiano (non si escludono veloci rovesci fin verso il Titano). Sarà comunque una piccola incursione e la tenuto dell’Anticiclone garantirà il prevalere di tempo soleggiato e temperature ancora estive almeno fino a sabato 31 agosto.
Il gioco si farà più duro a partire dal 1° settembre,  quando è attesa una nuova incursione perturbata atlantica che ancora una volta arriverà da sud, dall’Africa settentrionale, e che nella giornata di domenica 1 settembre 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy