Due sammarinesi alla scoperta delle Comunità di Detroit e New York

I due vincitori del concorso proposto dalla Consulta dei Sammarinesi all’Estero e dalle nove Giunte di Castello atterreranno a Detroit lunedì 2 settembre, per cominciare il loro viaggio alla scoperta delle Comunità Sammarinesi negli Stati Uniti.

Lo riferisce la Segreteria di Stato Affari Esteri. “L’iniziativa è nata con lo scopo di rafforzare il legame tra San Marino e i suoi cittadini oltreoceano ed è parte di un progetto più ampio che, negli anni scorsi, ha già coinvolto le comunità sammarinesi in Argentina e in Francia e si concluderà nel 2020, con l’ultima tappa nelle comunità italiane.

I ragazzi scelti quest’anno dalle Giunte di castello, tra i numerosi candidati, sono Roberto Giacomini, di Serravalle, e Alessandro Riccardi, di Borgo Maggiore. Sarà possibile seguirli in modo interattivo nel loro viaggio alla scoperta delle abitudini dei sammarinesi di New York e Detroit attraverso una pagina Facebook e un account Instagram (@sanmarinocommunities).

“Siamo curiosi di vedere come saremo accolti dalle comunità, ci teniamo a portare loro un po’ di San Marino”, hanno detto i due vincitori. “Vogliamo fare un bel lavoro e capire come vivono i nostri connazionali negli Stati Uniti, oltre a vedere con i nostri occhi come la loro ‘sammarinesità’ sia mutata nel tempo”.

Scopo del progetto, infatti, è scoprire la vita dei nostri concittadini emigrati e il loro legame con la Repubblica, ma anche “osservare le loro realtà attuali con occhio critico e propositivo, in modo da individuare formule di successo in campo pubblico, sociale, culturale e imprenditoriale da poter proporre con successo qui a casa nostra”, hanno detto i Capitani di castello.

Le Comunità all’estero si augurano di accogliere i due vincitori nel migliore dei modi e sperano che, una volta conclusa quest’esperienza, i ragazzi possano tornare a casa “sentendosi ispirati dalle opportunità e dagli incontri con i molti sammarinesi che hanno prosperato negli Stati Uniti, luogo che ora chiamano casa”. 

Come per le precedenti edizioni, al loro ritorno i ragazzi realizzera e condivideranno online, sulle pagine dedicate, un filmato con i momenti salienti dell’esperienza vissuta negli Usa”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy