San Marino. “Aumento dei costi per i correntisti Carisp, Ucs non ci sta”

“Nel pomeriggio di venerdì 17 cm, si è tenuto un incontro, tra la Segreteria per le Finanze, le associazioni datoriali, e le associazioni dei Consumatori, presso Palazzo Begni, per parlare di Smac e gettare le basi per future interazioni”.

Lo riferisce l’Unione dei Consumatori Sammarinesi in un comunicato stampa. “L’incontro si è tenuto per discutere tutti assieme, su come la Smac debba tornare ad essere un veicolo per l’appetibilità degli acquisti in Repubblica.

Il Segretario per le Finanze ha avuto un buon approccio, mostrando la volontà di condividere i percorsi, di creare sinergie al fine di realizzare norme e strategie supportate dai suggerimenti delle parti, senza preconfezionamenti blindati a monte.

Il Segretario Marco Gatti e il Presidente UCS, hanno scambiato diverse opinioni su come evitare e/o sanare le storture che portano il cittadino a disaffezionarsi al sistema Paese.

Fra i vari argomenti, uno dei più impellenti per i consumatori è capire perché CARISP abbia mandato ai propri correntisti, una lettera dove annuncia rincari di gestione dei conti correnti e più in generale della gestione della liquidità del correntista.

In un periodo dove purtroppo il sistema bancario sammarinese non gode a pieno della fiducia dei risparmiatori, e al contempo quello italiano è facilmente raggiungibile, abbiamo chiesto quindi un incontro specifico al Segretario Finanze, unitamente all’AD di Cassa di Risparmio per avere chiarimenti in merito a tali rincari.

Questi aumenti di gestione della liquidità graverebbero proprio su quei consumatori/correntisti che continuano a tenere i propri risparmi in Repubblica e che quindi dimostrano di avere fiducia nel sistema bancario, supportando, coi propri risparmi il sistema stesso afferma il Presidente Francesca Busignani.

A tal proposito, ci ha fatto molto piacere che anche Il Segretario per le Finanze condivida un approccio sistemico.

Attendiamo quindi l’incontro su Carisp nell’auspicio di fare squadra, tutelando al meglio i consumatori/correntisti”.

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy