San Marino. “Chiudiamo tutto tranne i servizi essenziali”

“Chiudiamo tutto, tranne i servizi essenziali”: è l’appello che arriva da Libera sul fronte della gestione dell’emergenza Coronavirus. 

 
“Esperiamo pieno sostegno agli operatori sanitari che in queste ore stanno lavorando alacremente per affrontare l’emergenza sanitaria Covid-19. 
 
Vogliamo sollecitare nuovamente il Governo ad intraprendere una decisione molto netta. Non bisogna essere approssimativi. La situazione all’Iss diventa di ora in ora sempre più preoccupante e la priorità numero uno: la salute.
Serve, in questo momento, per ridurre il contagio, chiudere tutto e subito, salvo i servizi essenziali.
Manteniamo aperti gli alimentari, favorendo strumenti di consegna a distanza, i servizi Pa necessari per poi lavorare, anche con l’opposizione che invece non è stata minimamente coinvolta, ad interventi per supportare l’economia.
 
Libera ha proposto l’istituzione del fondo straordinario di solidarietà con i contributi di pubblico e privato, il coinvolgimento immediato delle banche per la liquidità di sistema e la sospensione immediata di mutui, affitti, bollette e contributi. 
 
In momenti eccezionali servono misure eccezionali. Noi continueremo a dare il nostro contributo, speriamo di essere ascoltati”. 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy