San Marino. Csu: “Un piano di stabilizzazione per il personale precario”

“Subito un piano di stabilizzazione straordinaria per il personale precario in prima linea nella battaglia contro il coronavirus e contratti pluriennali per i dipendenti pubblici non residenti in Repubblica”.

È quanto chiedono i segretari delle Federazioni Pubblico Impiego della Csu, Antonio Bacciocchi e Milena Frulli, in una lettera spedita questa mattina al governo.

Nella missiva, si legge nel comunicato, “anche la richiesta di riconoscere la quarantena come infortunio di lavoro”.

Leggi il testo integrale della missiva

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy