San Marino. Emersi nuovi 21 casi di contagio da coronavirus

Coronavirus, 21 nuovi casi. 14 all’interno di gruppi familiari di soggetti contagiati

Nessun deceduto nella giornata di martedì. Restano quindi complessivamente 36 i decessi; 53 i guariti totali, non c’è stato nessun guarito ulteriore martedì. Ci sono invece 21 nuovi casi di contagio, 15 donne e 6 uomini. Di questi nuovi infettati, 14 appartengono a dei gruppi familiari dove erano presenti persone che avevano avuto un tampone positivo. “Evidentemente – ha rilevato il dottor Gabriele Rinaldi – o durante la quarantena o durante l’isolamento le regole di distanziamento non sono state applicate con l’attenzione indicata. Il fatto di avere ancora casi positivi non ci tranquillizza, ma la distribuzione all’interno delle famiglie è un dato significativo”. Sono 15 i casi ancora in terapia intensiva, mentre 26 sono in isolamento, 4 in più rispetto a ieri. “Se dobbiamo fare un commento a questi dati: il numero degli esiti dei tamponi era atteso; il fatto di andare ad effettuare tamponi anche all’interno dei gruppi familiari, fa sì che si rilevi un determinato risultato. Speriamo di poter registrare la diminuzione dei casi e dei pazienti in terapia intensiva e vedere qualche ulteriore guarito. Noi facciamo le foto in istantanea della situazione per capire quale è la dinamica, tenendo sempre presente, soprattutto, che dietro ad ogni numero c’è una persona”. Quindi “i casi positivi di oggi ci dicono che ancora la partita è in corso, dunque il rispetto di lavarsi le mani, di mantenere le distanze, il divieto di assembramenti, vanno mantenuti. Questo è un aspetto da tenere in considerazione anche per la cosiddetta ripartenza, con un forte coinvolgimento della società” ha aggiunto il dottor Rinaldi. (…)

Tra i dati forniti anche il fatto che ci siano 62 sanitari in quarantena. Da Marino Cecchetti e Davide Giardi di Libertas.sm, la domanda su quanto questo numero abbia inciso sul servizio sanitario: “È un numero relativamente alto se consideriamo i circa 1.000 dipendenti dell’Iss. Non dico che non se ne sia risentito, ma l’assenza di questo personale non ha comportato una diminuzione della qualità del servizio. Questo perché chi è rimasto a lavorare è stato disponibile a maggiore lavoro e maggiore attenzione sulle procedure”. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale di L’informazione pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy