San Marino. «Buoni risultati dal Tocilizumab, ora in arrivo l’Avigan»

«Buoni risultati dal Tocilizumab, ora in arrivo l’Avigan»

Il segretario Ciavatta spiega l’utilizzo dei farmaci sperimentali. E i Reggenti invitano i cittadini a non perdere la speranza

ERIKA NANNI. L’Avigan è in arrivo e il Tocilizumab fa ben sperare. Presto sul mercato visiere, dispenser per igienizzanti, divisori e paratie di protezione per negozi e ristoranti grazie a quattro aziende che hanno convertito la produzione. Sono le “armi” approntate dalla Repubblica per affrontare l’emergenza. I Capitani Reggenti, intanto, intimano a non perdere la speranza.

Sul versante farmacologico, in Repubbica si è puntato sull’impiego dei farmaci sperimentali che fino ad ora hanno dimostrato di essere utili nella cura dell’infezione da Covid-19. Ad affermarlo è il segretario di Stato alla Sanità Roberto Ciavatta che spiega come «il Tocilizumab abbia dato i risultati più soddisfacenti, permettendo di estubare alcuni pazienti». L’Avigan, invece, «è attualmente in “viaggio” dal Giappone, dove lo abbiamo chiesto attraverso l’ambasciata». «Su questo farmaco, però – ammonisce Ciavatta – ci vuole prudenza: presenta diversi effetti collaterali». Nell’attesa di testare l’Avigan, «poiché siamo all’interno di un piano di sperimentazione», chiarisce Ciavatta, a San Marino vengono utilizzati molti dei farmaci attualmente in uso, come «quelli anti Hiv, la idrossiclorochina, e quelli contro i trombi, grazie anche al contributo dell’infettivologo Arlotti». (…)

Tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy