San Marino. Usl: “bene gli aiuti alle famiglie”. Su alcuni punti restano delle perplessità

Dall’Unione Sammarinese dei Lavoratori arriva una valutazione delle misure adottate dal governo

Il decreto n.63-2020 ha previsto l’introduzione di aiuti economici alle famiglie che si trovano in stato di difficoltà, garantendo ai nuclei famigliari residenti un reddito minimo mensile di 580€ a nucleo, l’importo è maggiorato di 150€ per il coniuge o per convivente more uxorio o per il contraente l’unione civile, di 50€ per ogni altro convivente del nucleo famigliare e del 50% del canone mensile di affitto dell’unità abitativa di residenza.

Ovviamente vediamo con favore l’introduzione di tale forma di sostegno economico , fortemente voluta da USL, per le famiglie che in questa situazione di emergenza devono far fare i conti con gravi problemi  economici, anche se non l’abbiamo condiviso nel suo complesso, come ad esempio nella parte in cui vengono escluse dal beneficio le persone che detengono somme di denaro o strumenti finanziari pari o superiori a 6mila euro presso istituti di credito e finanziari, in quanto troviamo legittimo conservare una esigua cifra di risparmi personali per far fronte a qualsiasi tipo di spesa o uscita straordinaria che potrebbe sopraggiungere nell’arco dei prossimi difficili mesi.

Leggi il comunicato integrale

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy