Rimini. Contromano ai 140: denunciato un 35enne

Non si ferma all’alt della Polizia di Stato: denunciato dopo l’inseguimento.

Alle prime luci dell’alba di oggi, mentre uno degli equipaggi della Polizia di Stato transitava in via Emilia, notava un’autovettura che marciava in direzione Sant’Arcangelo di Romagna, decidendo di controllarla. Inaspettatamente e con mossa repentina, nonostante gli fosse stato intimato l’alt sia con i dispositivi di segnalazione luminosa che quelli manuali, B.Z., 35enne riminese, , si è immesso nel parcheggio del vicino centro commerciale Malatesta, cambiando velocemente il proprio senso di marcia al fine di eludere il controllo.

Con tale manovra, il conducente, salendo su un marciapiede, ha sradicato un palo della segnaletica, per poi immettersi nuovamente in via Emilia, percorrendola in contromano in direzione centro città, il tutto ad una velocità che ha raggiunto i 140 Km/h.

Giunto all’altezza dell’incrocio con la Via Capelli, dopo aver perso il controllo del veicolo, è andato a schiantarsi contro la rotatoria, facendo sollevare da terra la macchina per farla poi atterrare dalla parte opposta della carreggiata, da dove giungeva, in direzione contraria, un’altra pattuglia della Polizia accorsa in ausilio dei colleghi. E’ stato solo grazie all’abilità dell’autista che si è riusciti ad evitare un pericoloso impatto tra le due vetture, che avrebbe potuto avere tragiche conseguenze. Nonostante questo, non curante del fatto che dopo l’impatto con la rotatoria la sua macchina avesse tutti e quattro i pneumatici squarciati, il 35enne ha continuato la sua marcia sui cerchi ormai privi di gomme, per alcuni metri, fino a che l’autovettura non si è arrestata. 
Non pago del comportamento già tenuto, quando ha visto che gli agenti si dirigevano verso di lui, il giovane ha tentato la fuga a piedi, ma è stato immediatamente bloccato ed identificato.

All’esito dei controlli, il B.Z. è risultato positivo all’alcool test, con un valore di 0,74 gr./l per cui, date le tante violazioni commesse ed il comportamento tenuto, nonché per via del fatto che non era nuovo a simili atteggiamenti, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per danneggiamento della segnaletica, eccesso di velocità, guida contromano e guida in stato di ebrezza, violazione quest’ultima per cui seguirà la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.
Il ragazzo, a parziale giustificazione delle sue azioni, ha riferito agli agenti che, nella serata precedente, aveva accompagnato la propria compagna in ospedale verso mezzanotte, per poi trattenersi, senza alcun motivo, fino alle 05.00 del mattino nella sua macchina fuori dall’ospedale stesso, senza fare rientro a casa come previsto.
Pertanto è stato anche sanzionato per violazione della normativa Covid-19.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy