San Marino. «Dal Governo servono atti di coraggio e tagli alla spesa pubblica»

«Dal Governo servono atti di coraggio e tagli alla spesa pubblica»

L’Unione sammarinese commercio e turismo: «Il sistema bancario deve sostenere la ripresa delle imprese»

L’economia non si inventa. O c’è la volontà di cambiare il sistema e l’immagine del nostro Paese con atti concreti o si muore». L’attacco al Governo arriva dall’Unione sammarinese commercio e turismo, che in una nota non lesina critica sull’operato attuato per il rilancio: «Dopo anni di chiacchiere continuiamo ad illuderci che andrà tutto bene e così facendo nessuno è disposto a fare un passo indietro o a “sacrificarsi” per il bene del Paese continuando a parlare di diritti acquisiti e intoccabili e mai di doveri. Il primo dovere da parte di ogni imprenditore è di far quadrare il bilancio della propria azienda». Per questo da Usc proseguono: «Se diminuiscono le entrate si deve necessariamente diminuire le uscite o eseguire un’attenta valutazione delle stesse. (…)

Tratto dal Corriere Romagna

 

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy