San Marino. Jogging senza mascherina, 1.000 euro di multa

“Va bene le regole, ma nell’applicare le sanzioni sarebbe bene utilizzare il buon senso e non multare per fare cassa”

“Credo che nell’applicare le sanzioni occorra usare il buon senso in un periodo che è difficile per tutti”. L’amara considerazione è di Marino Costa che racconta l’episodio accaduto alla figlia e al fidanzato. “Un episodio che, come cittadino mi vedo costretto a raccontare perché mi pare di subire delle prepotenze. Mia figlia e il suo ragazzo correvano a Fonte dell’Ovo a distanza di sicurezza l’uno dall’altro. Da soli e attorno non c’era anima viva. Hanno incrociato un agente della Polizia Civile che ha chiesto loro come mai non indossassero le mascherine. I due giovani hanno fatto presente che stavano correndo a distanza di sicurezza e che ritenevano che per l’attività fisica non occorresse indossarla. L’agente ha chiesto allora se avessero con sé la mascherina e, purtroppo non ce l’avevano. A quel punto gli è stata contestata la sanzione di 500 euro ciascuno. Mille euro in tutto. È vero, la norma prevede di avere dietro la mascherina, ma credo – prosegue Costa – che in certi casi si debba usare il buon senso e guardare al contesto (…)”.

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino 

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy