Rimini. Condannati per rapina un militare e l’amico trans

Militare dell’Esercito rapina il cliente dell’amico viado

Condannati a un anno e dieci mesi il sottufficiale e il transessuale

Una pistola alla tempia di un altro uomo, un turista romano di 39 anni, che non solo si era rifiutato di fare sesso con il suo amico trans, ma che si era anche rifiutato di dargli 100 euro per quella prestazione mancata. Una vicenda che ha avuto come protagonisti F.B, un sottufficiale dell’esercito in servizio, all’epoca dei fatti a Rimini, il suo amico viado e un cliente occasionale, sfociata in una rapina. E proprio per questa rapina, avvenuta nell’agosto di tre anni fa, ieri pomeriggio il militare e il trans (entrambi difesi dall’avvocato Flavio Moscatt) sono stati condannati a un anno e dieci mesi (pena sospesa). Sono state riconosciute le attenuanti generiche prevalenti e la minima entità del danno. Il pm Davide Ercolani aveva chiesto per i due una condanna a cinque anni. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy