Rimini. Insegnanti in allerta per AstraZeneca raffica di chiamate ai medici e disdette

Insegnanti in allerta per AstraZeneca raffica di chiamate ai medici e disdette

In alcuni casi sono riusciti a convincere i pazienti a sottoporsi alla vaccinazione ma non tutti e le fiale del farmaco sono rimaste nel frigorifero

ERIKA NANNI. Telefonate, richieste di chiarimenti e di rassicurazioni, ma anche numerose disdette. Rimini non fa eccezione. Come accaduto ieri in molte città italiane, in seguito al panico generato dal ritiro (temporaneo) dal mercato del lotto Abv2856 del vaccino AstraZeneca, anche a Rimini molti medici di base hanno dovuto fare i conti con raffiche di telefonate e disdette degli appuntamenti per l’iniezione della dose del vaccino inglese. A dare l’allarme, è il presidente dell’Ordine dei medici di Rimini, Maurizio Grossi, che riferisce come diversi medici di medicina generale abbiano visto i pazienti, in gran parte membri del personale scolastico, disertare la seduta di somministrazione.

Tratto dal Corriere Romagna

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy