Rimini. Carte false per l’acquisto del baccalà, truffa da un milione e mezzo di euro

Carte false per l’acquisto del baccalà, truffa da un milione e mezzo di euro

ANDREA ROSSINI – C’è da immaginarsi che quando il rappresentante legale dell’importante azienda norvegese presa di mira, leader nel settore dei prodotti ittici, ha scoperto di essere rimasto vittima di una truffa milionaria abbia assunto l’aspetto dello stoccafisso. Immobile, attonito e incapace di agire come il merluzzo conservato tramite essiccazione e chiamato anche baccalà, prodotto di punta dell’azienda commercializzato in tutta Europa. Ingannato da tre imprenditori campani che – presentando fideiussioni false – si sono fatti spedire una partita di baccalà per un milione e mezzo di euro e poi sono spariti dalla circolazione assieme al carico. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy