Rimini. “Bustarella” in Prefettura, albergatore condannato a 18 mesi di prigionia

Porta una “bustarella” in Prefettura, albergatore condannato a 18 mesi

Tentò di passare una busta piena di soldi nelle mani dell’ignaro impiegato della Prefettura per “ringraziare” l’ufficio dell’assegnazione dei profughi al proprio hotel e nella speranza che in futuro si potesse andare incontro alle sue esigenze. La busta fu respinta al mittente, ma l’albergatore, all’epoca dei fatti inserito nel business dell’accoglienza, è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione. L’episodio, a distanza di tempo, resta ancora misterioso e il processo non ha diradato tutte le ombre: si trattò di un tentativo di corruzione o di un gesto dettato dall’ingenuità dell’albergatore? C’è chi adombrò il sospetto che il reale destinatario della bustarella non fosse quello che invece la ricevette, ma si è rimasti nel campo delle illazioni. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy