NUOVA DOTAZIONE PER IL PRONTO SOCCORSO: AMBULANZA DI TIPO A FALCO 25

COMUNICATO STAMPA ISS
NUOVA DOTAZIONE PER IL PRONTO SOCCORSO:
AMBULANZA DI TIPO A FALCO 25
Una nuova ambulanza è arrivata ad integrare il parco dei mezzi di soccorso del 118 sammarinese. Il nuovo mezzo, che i sammarinesi già vedono in azione sulle strade del nostro Paese, porta la sigla Falco 25 e va a sostituire la “pensionata” Falco 19.
Si tratta di un mezzo di soccorso di tipo A. Le novità, rispetto alle altre ambulanze in dotazione, iniziano dalla serigrafia sulla carrozzeria.
Le bande catarifrangenti sono infatti di colore arancione e soprattutto giallo ad alta visibilità, in linea con le normative europee, ed è stato inserito il nuovo logo “118 San Marino Soccorso”.
Le caratteristiche tecniche del veicolo sono: Fiat Ducato 250 cilindrata 3000 multi jet 160 cv a trazione anteriore.
Il vano guida, oltre ai comandi di serie del veicolo, è dotato di una console per la gestione dei dispositivi acustici e visivi di emergenza (lampeggianti, strobo e sirena bitonale) e di una radio ricetrasmittente DMR per le comunicazioni con la centrale operativa.
Inoltre, grazie al nuovo sistema di trasmissione digitale delle comunicazioni radio, l’ambulanza è dotata di un dispositivo GPS che permette la localizzazione del veicolo durante le urgenze/emergenze. Per ciò che concerne il sistema comunicativo con la centrale operativa, il veicolo è già stato predisposto per il collegamento PC-CAR con i terminali della centrale stessa.
Il vano sanitario, il più ampio della categoria, consente all’equipaggio sanitario maggior spazio di lavoro.
È dotato di: barella auto caricante, seconda barella, tavola spinale, barella “cucchiaio”, sedia da trasbordo cingolata, telo da trasporto, kit per l’estricazione, kit immobilizzazione a depressione e tradizionale, aspiratore, circuito per l’ossigeno terapia, zaino da soccorso, kit intubazione, kit infusione, kit medicazione e kit ustionati.
Gli strumenti più innovativi in dotazione sono il respiratore “Oxilog 3000”, il monitor/defibrillatore “lifepak 15” e l’elettrocardiografo “Eli 10”. Quest’ultimo in particolare consentirà la trasmissione dell’ettrocardiogramma dal luogo dell’evento all’ospedale per una immediata valutazione specialistica.
Ufficio Relazioni Pubbliche ISS
20 agosto 2010

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy