Nuovo Statuto per Sinistra Unita

Si è riunita nella giornata di Sabato una Assemblea deliberante di Sinistra Unita.

I lavori si sono svolti dalla mattinata fino al tardo pomeriggio.
Oggetto dell’assemblea è stato l’esame deliberante del nuovo statuto del movimento politico di Sinistra Unita.

A quasi tre anni dalla data sua nascita, Sinistra Unita ha intrapreso un percorso deciso verso la creazione di un nuovo soggetto politico della Sinistra capace di riaffermare con forza i propri valori fondanti e dare continuità alle battaglie per l’emancipazione dalle oppressioni dai bisogni e al desiderio delle persone di costruire un sistema sociale più equo, più giusto dove i rapporti di forza fra i cittadini si possano sviluppare senza contrasti e sopraffazioni al fine di costruire una società migliore.


La storia recente di Rifondazione Comunista sammarinese e di Zona Franca deve evolvere senza strappi verso una nuova soggettività politica che faccia tesoro delle esperienze del passato e che sia capace di incidere in maniera determinata sulle mutate condizioni socio economiche del Paese.


E’ necessario un ritrovato rapporto con la cittadinanza, con il mondo del lavoro e del sindacato, con l’associazionismo al fine di porre nuovamente all’ordine del giorno della agenda politica del nostro Paese la necessità di una svolta radicale nei meccanismi di lavoro, produzione e consumo, verso un economia basata sul valore d’uso e sul corretto uso delle risorse nel rispetto della sostenibilità ambientale.

Il sistema monetarista basato sul debito nel quale siamo immersi ha prodotto endemicamente corruzione, incertezza, scarsità e guerre per potersi sostenere, ed ultimamente stiamo assistendo al collasso dello stesso incapace di recuperare i crediti concessi senza freni nella idea della crescita e dei consumi infiniti.

Alla luce di questa crisi e per contrastare questo sistema è importante che un partito della Sinistra sia capace di rimodulare il suo sistema assembleare aperto verso una maggiore efficacia della propria azione.


Lo Statuto di Sinistra Unita valutato nella giornata di sabato, e che sarà approvato nella giornata di Martedì prossimo, mantiene il ruolo centrale della Assemblea aperta, ma ad esso affianca una struttura organizzativa che vuole avere lo scopo di rafforzare la presenza delle idee di Sinistra Unita nel Paese.

Lo statuto prevede norme trasparenti di collegialità, continuità, formazione e rinnovamento della classe dirigente, prevede la presenza di una Segreteria Politica formata dal Coordinatore dal Presidente, dal Capogruppo, dal Responsabile della Organizzazione e della Comunicazione, da due membri del Consiglio Direttivo e, temporaneamente fino al primo Congresso di Sinistra Unita, dal Segretario Politico di Rifondazione Comunista e dal Coordinatore di Zona Franca.

Sono previsti per l’attività del 2009 tre gruppi di lavoro: Eco-Economia e Ambiente, Lavoro-Previdenza e Stato Sociale, Diritti Civili.

Ogni gruppo avrà a disposizione un budget ed una autonomia nella linea politica di Sinistra Unita per la propria gestione.


Entro il mese di Febbraio si provvederà a tutte le nomine previste dallo statuto, ed entro un Anno si terrà il primo Congresso di Sinistra Unita che successivamente avrà cadenza triennale.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy