Ordine del giorno sul Tibet

La Commissione Consiliare Permanente Affari Esteri nella seduta del 19 marzo 2008, su proposta del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Fiorenzo Stolfi, ha approvato all’unanimità un Ordine del Giorno sui gravi fatti del Tibet, che riportiamo di seguito integralmente

Ordine del giorno

La Commissione Consiliare Permanente Affari Esteri, nella seduta del 19 marzo 2008, in considerazione dei gravi fatti che stanno avvenendo in Tibet, ove è in corso una violenta repressione da parte dell’esercito cinese della protesta dei monaci e degli abitanti tibetani

esprime

la più viva preoccupazione per l’inasprirsi della situazione che vede ancora una volta il verificarsi di una grave e palese violazione dei diritti umani fondamentali,

prende atto

che il Segretario di Stato per gli Affari Esteri ha rimarcato l’esigenza che in questa difficile situazione prevalga la strada del dialogo e che la comunità internazionale ponga in essere ogni azione che possa favorire l’immediata cessazione delle violenze

invita

il Governo della Repubblica di San Marino ad adoperarsi nell’ambito multilaterale valutando ogni possibile iniziativa per giungere alla cessazione della repressione violenta ed alla ripresa di un dialogo costruttivo che possa favorire il ripristino dei diritti umani e la soluzione di questa grave controversia.

Auspica

che la Repubblica di San Marino, fortemente impegnata nel contesto internazionale per la difesa di quei valori che sono patrimonio della propria secolare storia di pace, possa dare un contributo di forte impegno morale in difesa della democrazia, dell’indipendenza e della ricerca di ogni possibile dialogo fra le parti in conflitto

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy