Patto per San Marino, i chiarimenti sul tappeto

A quanto scrive Antonio Fabbri di L’Informazione di San Marino, pare che all’interno della coalizione Patto per San Marino, maggioranza in Consiglio Grande e Generale, le richieste di chiarimento per quanto successo nell’ultima sessione consiliare si stiano accumulando con altre precedenti.

Le ultime
posizioni espresse in Consiglio
dal Segretario alla Sanità Claudio
Podeschi, quelle di altri consiglieri
della Dc unite agli interventi critici
degli Europopolari, hanno aperto un
fronte di attrito, in particolare con
Ap, ma anche con altre parti della
Maggioranza.

Al momento delle dimissioni
del Segretario Gatti dal Dicastero
alle finanze, il segretario della
Dc Valentini non aveva usato mezzi
termini nel dire che non sarebbe
finito tutto a “tarallucci e vino”. Aveva
anche specificato che la verifica non
era terminata, ma prima era necessario
pensare alle esigenze del Paese
e poi ai chiarimenti politici interni.
Il conto, insomma, la Dc non lo ha
ancora presentato ad Europopolari e
Ap per il dimissionamento di Gatti.

Ancora nulla sulla ‘richiesta di chiarimenti di Mario Venturini,
all’indomani dello scivolone di
maggioranza in Commissione esteri
che ha di fatto sconfessato la linea
del segretario Mularoni.
Del comportamento dei consiglieri
“pungolatori”, insomma, Venturini
aveva detto: “Chiederemo al loro
partito qual è la sua posizione su
questi comportamenti”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy