Per la semplificazione del quadro politico

L’Esecutivo degli EuroPopolari per San Marino si è riunito il 29 luglio 2009 ed ha approvato la relazione del Segretario Politico Lorenzo Lonfernini esprimendo soddisfazione per il varo, nel corso della Sessione Consigliare di luglio, di una serie di importanti provvedimenti legislativi.

In primo luogo il Consiglio Grande e Generale ha approvato il cosiddetto pacchetto Moneyval ovvero quell’insieme di leggi che ci avvicina ancora di più alle regole e agli standard che la comunità internazionale richiede per essere considerati Paesi virtuosi.

Giudizio positivo anche sui provvedimenti di carattere economico, che pongono il lavoro come bene fondamentale per la coesione sociale, ovvero il “Credito agevolato alle imprese” e gli “Interventi Urgenti in materia di Ammortizzatori Sociali”. Quest’ultimo provvedimento, elaborato a cura della Segreteria di Stato per il Lavoro, è l’inizio di una serie di provvedimenti che cercano di difendere il lavoro per poter dotare i cittadini degli strumenti necessari per attutire gli effetti della crisi e quindi la tutela dei redditi delle famiglie e delle fasce più deboli.

I Consiglieri degli EuroPopolari per San Marino unitamente al Gruppo Consiliare di appartenenza hanno espresso il loro pieno sostegno alle leggi di riforma della Pubblica Amministrazione, provvedimenti attesi da tanto tempo che hanno iniziato il percorso della riforma con l’obiettivo di rendere la P.A. più moderna ed efficiente e quindi elemento di attrazione per nuovi investimenti sul nostro territorio.

L’Esecutivo degli Europopolari per San Marino, consapevole delle difficoltà in cui versa l’economia del nostro Paese a causa della crisi mondiale, aggravata dalle difficoltà di rapporto con la Repubblica Italiana, sostiene il lavoro che il Congresso di Stato sta con determinazione conducendo ed auspica la sottoscrizione, nel brevissimo termine, degli accordi contro le doppie imposizioni ed in materia di collaborazione finanziaria con la Repubblica Italiana che insieme all’ingresso nella white list rimangono i principali snodi politici che dovranno ridare un quadro di certezze al nostro sistema economico.

L’Esecutivo degli Europopolari per San Marino esprime altresì favorevole consenso circa il riferimento del Segretario di Stato per gli Affari Esteri relativamente alla esplorazione effettuata in merito all’ingresso della Repubblica di San Marino nell’ambito dello Spazio Economico Europeo, una istituzione che può essere la casa naturale per una realtà come la nostra e che alla luce della nuova situazione internazionale e della mutata attenzione posta dall’Unione Europea a tale istituzione, può essere una positiva risposta per il nostro sistema economico.

Sotto il profilo prettamente politico l’Esecutivo ha confermato la validità e il pieno sostegno alla coalizione “Patto per San Marino” uscita vincitrice dalle elezioni del 9 novembre 2008, ribadendo la necessità, più volte espressa, di perseguire al suo interno una semplificazione che porti alla definizione di un nuovo soggetto politico in grado di riaggregare un area culturale e politica da sempre protagonista della vita del Paese. Tale processo riteniamo possa essere molto utile in questo momento di transizione e di ridefinizione del nostro sistema Paese.

L’Esecutivo ha deliberato di non interrompere le attività del Partito nel mese di Agosto profondendo il massimo sforzo tramite i Gruppi di Lavoro che partendo dal Documento di Programmazione Economica, dal Programma di Governo, dall’Accordo di Cooperazione Economica sottoscritto con la Repubblica Italiana, dovranno elaborare delle proposte concrete di rilancio della nostra economia che verranno presentate ufficialmente nel mese di settembre alle categorie economiche, alle parti sociali e all’intera cittadinanza nell’ambito di una iniziava politica che ricorderà i due anni di presenza degli Europopolari per San Marino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy