Piccolo articolo: il significato di Amicizia unita a quello di Costituente. Matteo Zeppa

Festa dell’Amicizia….
 
Mai titolo fu tanto indovinato.
Ebbene, dopo anni di “rimbalzo” per tale festa, veramente schifato da ciò che rappresenta (ammetto che ho dei limiti), Sabato sera decisi di recarmi a quello che ritenevo un dibattito interessante, mettendo da parte i miei pregiudizi.
Non che mi attendessi chissà cosa, ed invece fui folgorato sulla via di Damasco.
A cominciare dal cappello iniziale di Casali: essendo in casa DC, vuoi non dare una bella sviolinata agli attuali compagni di Maggioranza?
Ebbene, secondo l’esimio, la crisi che sta vivendo il nostro Paese sarebbe imputabile maggiormente da una mancanza, nonché latitanza, di uno dei valori fondamentali della nostra società: IL MATRIMONIO!!!
Capito? Il Segretario alla Giustizia stupì la platea degli astanti con una dissertazione sociale fuori dal comune (che può essere anche vera, sia chiaro….) ma che dopo 5 minuti fece si che ci fu uno tsunami di malinconia degna di un episodio di “Dolce Remy”….
Quindi va da sé che tutti i problemi si risolverebbero allora andandosi a sposare in Chiesa!
Caspita!!!
Come abbiamo fatto a non pensarci prima. Allora domani domanderò a mia moglie, sposata rigorosamente in civile, nell’andare a fissare le nozze alla Chiesa di Murata, dando un contributo fattivo alla risoluzione dei nostri problemi nazionali (sperando che il tetto della stessa non ci crolli addosso…).
Poco importa se c’è la Mafia, la Camorra, la ‘Ndrangheta, la Sacra Corona Unita, che via sia la corruzione in ogni angolo e che esse abbiano intaccato tutto il tessuto socio_economico sammarinese…..basta sposarsi e ci si lava i peccati.
Ma la cosa di cui si parlò maggiormente, pur essendo in casa DC, fu….la COSTITUENTE SOCIALISTA (94 minuti di applausi)…e ciò deve far pensare attentamente.
Alfin il dado è tratto!
E’ tutto lì che ruota il problema.
Si partì con l’intervento del Segretario Valentini, che con molta enfasi puntualizzò che: “la legge elettorale parla chiaro: o si va avanti con il Patto, scelto dalla Cittadinanza, oppure da essa bisogna tornare, se il Patto si scioglie”. Disquisizione assolutamente certa e condivisibile.
Peccato che:
1_ La Costituente Socialista se nascerà, vedrà inglobare al suo interno, il PSD ed il PSRS, che a loro volta si scissero un anno dopo le elezioni del 2008, infischiandosene del fatto che furono votati come un UNICO schieramento in quella tornata, prendendo in tal modo in giro i loro stessi elettori.
Posto che fra i due movimenti non scorra buon sangue e lo si capì dagli interventi della signora Bronzetti e del signor Crescentini, anche in quella serata “piatta e afosa”.
2_ Posto che il Patto dovrà per forza tenere conto che il movimento di Casali porterà alla nascente Costituente Unificante Socialista, membri dell’opposizione.
3_ Posto che la DC non penso che abbia nessun interesse nel non assecondare tale cosa, in virtù di numeri enormi monstre che potrebbero portare alla causa della stessa Maggioranza.
4_Ribadendo il fatto che la LEGGE ELETTORALE PARLA CHIARO.
 
Allora, domanda e conclusione immediata: a cosa serve la Costituente? Semplice….al popolino viene detto che serve per unificare tutti gli schieramenti di matrice socialista (ufffff) ma in realtà a ben vedere, serve a bypassare la STESSA LEGGE ELETTORALE!!!
Niente elezioni o ritorno alla volontà del popolo, ma puro e semplice mercanteggio di voti della CASTA!
 
Fatta la regola, scoperta la scorciatoia. Proprio quei paletti dettati dalla Legge Elettorale, sono così buttati giù come faceva Alberto Tomba, alias Alex l’Ariete, quando vinceva medaglie olimpiche e coppe del mondo.
 
Questa serata come dicevo inizialmente, è stata davvero la chiara rappresentazione di ciò che significa “Amicizia”.
Amicizia nel condividere un solo obiettivo: il POTERE DECISIONALE, il POTERE LEGIFERANTE, il POTERE PERSONALE. Il POTERE che logora chi non l’ha (tanto per rimanere in tema…)
 
Lo Stato e quello che comporta la sua organizzazione lasciamola a loro. Ne sapranno fare un buon uso, come è del tutto evidente.
Ma del resto….sono stati votati, con vari escamotage da Ancien Regime….e sono lì eletti democraticamente. Non importa essere Maggioranza o Opposizione. Il confine è labile e tranquillamente valicabile da una parte o dall’altra.
 
In quella serata ho capito cosa voglia dire anche un altro termine: COSTITUENTE.
 
LA CASTA REGNA. (sperando che nel frattempo qualche franco tiratore che si possa svegliare dal torpore…)
 
Buona vita.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy