Programma San Marino Forum 2009 (Anis Fixing)

Ha preso corpo il programma della terza edizione del San Marino Forum, organizzato da Fondazione Cassa di Risparmio San Marino – SUMS, Ente Cassa Faetano e Associazione Nazionale dell’Industria Sammarinese con la collaborazione di Ambrosetti – The European House. L’atto conclusivo di questo progetto triennale è in programma il 20 e 21 novembre al Kursaal di San Marino.
“Abbiamo iniziato tre anni fa questo lavoro – ha spiegato il presidente dell’Ente Cassa Faetano Fabio Gasperoni – il Paese ci ha riconosciuto gli sforzi fatti fino ad ora e adesso vogliamo completare il percorso”. Tito Masi, Presidente della Fondazione San Marino, ha preso possesso del nuovo incarico da pochi giorni. “Ma il lavoro del San Marino Forum lo conosco bene, e ho dato il mio contributo in passato come membro del precedente governo. Il mio punto di vista sul Forum non è certo cambiato: a maggior ragione in un contesto così profondamente mutato, è importante continuare a incontrarsi e a confrontarsi, come succederà in occasione del terzo San Marino Forum, per ragionare sulle linee di sviluppo. San Marino ha fatto una scelta di discontinuità rispetto al passato, una scelta di trasparenza nella direzione di un’apertura al consesso internazionale che è stata compiuta dal Governo e condivisa dalle categorie, dagli industriali e dalle banche. In quest’ottica è importante il Forum come confronto allargato in cui riflettere sui nuovi driver di sviluppo”.

IL PROGRAMMA DELLE DUE GIORNATE DEL FORUM
Ospiti illustri saranno a San Marino il 20 e 21 novembre, a partire dal Ministro Renato Brunetta e Kathleen Kennedy Townsend, passando per l’economista Giacomo Vaciago, il ministro monegasco Michel Boquier, Giovanni Pugliesi (Presidente della Commissione nazionale UNESCO). Si parlerà dei nuovi scenari, del ruolo dei Piccoli Stati, delle potenziali leve di sviluppo per la realtà sammarinese. Un focus estremamente atteso riguarda la Pubblica Amministrazione, e un altro si concentrerà sulle dinamiche turistiche.
A introdurre il programma delle due giornate del San Marino Forum è Valerio De Molli, managing partner di Ambrosetti – The European House, che coordina i lavori dell’Advisory Board.
“Nessuno a inizio triennio – esordisce De Molli – poteva immaginare che cosa sarebbe successo: la crisi della finanza, la crisi mondiale che si è innescata successivamente e, a cascata, la stretta sui paradisi fiscali e la caccia senza tregua all’evasione fiscale”.
Il Forum prevede nella sessione di apertura, come di rito, l’intervento di Tito Masi Presidente della Fondazione San Marino. A seguire le indicazioni metodologiche e gli obiettivi, spiegati dallo stesso De Molli, quindi due finestre internazionali: “Lo scenario economico internazionale”, con gli interventi di Giacomo Vaciago e di Carlos Braga (Banca Mondiale) e “Lo scenario geopolitica ed il ruolo dei Piccoli Stati” (confermato James Hoge direttore della rivista Foreign. Affairs, probabile la presenza di Wolfgang Schussel ex cancelliere austriaco).
I “Driver di sviluppo, politiche di bilancio, prospettive di crescita” di San Marino terranno banco nella seconda parte della giornata: con l’intervento del Senatore Nicola Rossi (membro dell’Advisory Board del Forum) e di Piergiorgio Valente, consulente del Governo del Titano. A seguire il primo intervento di un membro dell’esecutivo sammarinese, Gabriele Gatti, Segretario alle Finanze.
“Abbiamo voluto valorizzare ulteriormente gli interventi dei membri del governo – spiega Valerio De Molli – e così li abbiamo divisi tra loro e legati ai singoli momenti del confronto che li vedono direttamente interessati”.
La giornata di venerdì proseguirà con una sessione dedicata a “Istruzione e tecnologia quali leve dello sviluppo” (relatori William Haseltine, Presidente di Haseltine Associates e Yigal Erlich, fondatore e manaing partner di Yozma Group) con commenti di Marco Arzilli, Segretario di Stato all’Industria di San Marino.
Quindi il focus su “La Pubblica amministrazione per la crescita di un Paese”: primo a prendere la parola Franco Bassanini, ex Ministro della Funzione Pubblica, membro dell’Advisory Board, quindi sarà la volta di Valeria Ciavatta, Segretario agli Interni del Titano, e il Ministro Renato Brunetta.
Capitolo a parte – l’ultimo, prima della cena di gala – l’intervento di Biagio Bossone, Presidente di BCSM, sul tema: “Quale futuro per la finanza a San Marino?”
La giornata di sabato si aprirà alle 8.45 con le Considerazioni introduttive di Paolo Rondelli, Presidente ANIS. Quindi il primo dei due confronti, su “Un nuovo sistema di governo del turismo a San Marino”: relatori Michel Bouquier, Ministro del Turismo del Principato di Monaco, Giovanni Pugliesi, Presidente della Fondazione Banco di Sicilia, della Commissione Italiana per l’UNESCO e Rettore dello IULM, e quindi Fabio Berardi, Segretario di Stato per il Turismo di San Marino.
A seguire ci si interrogherà su “Quale nuova vocazione per i piccoli Stati?”, con Kathleen Kennedy Townsend, l’ultima della dinastia Kennedy, Professore di Politiche Pubbliche alla Georgetown University, già Vicegovernatrice del Maryland e consigliere di Hillary Clinton per le primarie contro Barack Obama.
E sarà la volta delle Proposte dell’Advisory Board “Innovare e competere per il futuro”, con l’atteso intervento di Valerio De Molli e la presentazione di casi di eccellenza del Paese – che non mancano – prima dell’intervento di Lucio Stanca (ex Ministro per l’Innovazione, Ad dell’Expo 2015 nonché terzo membro dell’Advisory Board).
“L’ultimo dibattito è forse quello di maggiore attualità – afferma ancora Valerio De Molli – in quanto si parlerà di ‘Relazioni tra San Marino e Italia: opportunità e sfide per il futuro’, con l’intervento confermato dell’Avvocato Giulia Bongiorno, la presenza probabile di Alfredo Mantica, Sottosegretario agli Affari Esteri e l’intervento del Segretario agli Esteri Antonella Mularoni. Per il momento la situazione del rapporto tra i due Stati è agrodolce, speriamo che per il Forum sia un po’ più dolce”. Le considerazioni conclusive spetteranno, anche in questo caso come da prassi, al Presidente dell’Ente Cassa di Faetano, Fabio Gasperoni. Nelle due giornate i dibattiti saranno moderati da Carmen Lasorella, Direttore di San Marino Rtv.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy