Ps, Federico Pedini Amati: uniti si vince

 

Di questi tempi è difficile scrivere o commentare la politica Sammarinese, vuoi perché sta esprimendo un livello molto molto basso in termini di soluzione ai tanti problemi del paese, vuoi perché si continua a viaggiare per bande, per schemi, per vendette incrociate, per terreni scivolosi, delapidando, da parte di una maggioranza disorientata e incapace di esprimere soluzioni concrete, solamente gli ultimi euro rimasti dei cittadini, chiedendo però loro ulteriori sacrifici con nuove tasse, nuove tasse e nuove tasse. Altro non abbiamo visto, se non nuove tasse. Un paese che aumenta la pressione fiscale senza dare alcuna soluzione di uscita dalla crisi, o almeno provarci, è un paese destinato alla recessione, al fallimento, allo scontro sociale, alla ribellione contro una casta che continua ad avere la pancia piena. Una maggioranza gestita da pochi, che continuano a sottovalutare i tanti problemi del paese, prendendo questo periodo come un momento di passaggio mondiale di crisi e non concentrandosi su proposte economiche concrete, o almeno provarci, che uno Stato Sovrano come San Marino potrebbe esprimere. Le proposte potrebbero essere tante, tantissime e tante altre, giuste o sbagliate per i più, ma comunque proposte concrete. Un governo si deve assumere nel bene o nel male le proprie responsabilità, e l’immobilismo a mio avviso, è il modo più sbagliato di assumersele, in particolare quando si assiste allo sfascio del proprio paese. Per questo e tanti altri motivi, molti Segretari di Stato di stampo primitivo e incapace, dovrebbero starsene a casa. Non faccio di tutta un’erba un fascio, ma i giovani dovrebbero unirsi e tirare le fila, non il contrario, altrimenti le responsabilità del fallimento saranno le medesime e chi pagherà il prezzo più alto saremo noi e i nostri figli. Almeno provateci ragazzi, per lo meno non avrete rimpianti. Molti cittadini che leggeranno queste brevi righe potrebbero dire, ma fate proposte al posto che criticare. Beh, di proposte se ne sono fatte e rifatte, un po’ da parte di tutti i gruppi di minoranza, ma questo Governo, nei suoi “ deus es machina “, continua a tirare diritto e non ascoltare nessuno. Proposte, eccone alcune, le solite: quelle che abbiamo pagato anche profumatamente a McKinsey e Ambrosetti, niente di nuovo. Casinò, due Casinò, uno in Città e uno a Dogana di proprietà dello Stato, non il finto Casinò chiamato Bingo ma uguale identico in macchinette e Keno, un Campo da Golf Internazionale, ovunque, anche a Chiesanuova va bene, Beauty Farm, una, due, incentivare investimenti attraverso agevolazioni dello Stato per ristrutturare o costruire alberghi a 4 – 5 Stelle, un’Aviosuperficie degna di questo nome e soprattutto necessaria per uno Stato Sovrano, un Bacino Embrifero, smettendo così di comprare l’acqua da Ridracoli con spese per lo stato negli anni di svariati milioni di €uro, dare residenze per persone abbienti che vogliano trascorre la loro pensione in Repubblica con garanzie reali da sottoscrivere per l’assistenza Sanitaria e Fideussioni Bancarie a garanzia di ciò, Mostre d’Eccellenza, Mostre di Prodotti Artigianali Sammarinesi, Organizzazione di Convegni Internazionali, nel campo della Sanità, della Ricerca Tecnologica, di qualsiasi cosa, rilanciare la nostra Università con sottoscrizioni di collaborazioni reali con l’Italia o altri Paesi Europei, riqualificare veramente il nostro Centro Storico valorizzando fino in Fondo il Privilegio e l’Onore di far Parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, creare delle aree Tax Free, una per ogni Castello della Repubblica, cioè delle aree di 2000, 3000 metri dove i commercianti vendono alcune tipologie di prodotti a tasse zero, magari solo con l’utilizzo della Smac Card, insomma si potrebbe continuare per delle ore, il problema è che qui nessuno fa niente. Non vanno bene le proposte sopra descritte ? Benissimo, sono dispostissimo a cassarne una per una, l’importante è che qualsiasi altra proposta crei posti di lavoro come prima cosa e sblocchi questa situazione di stallo e di crisi che oltretutto ci vede ancora permanere in black list. Non so se i più lo hanno capito, ma la casta continua solamente a difendere i propri interessi sulla testa di tutti noi, un esempio ne è il mancato rispetto della Legge sui Beneficiari Effettivi delle Banche e delle Finanziarie passata il Consiglio Grande e Generale con 29 voti favorevoli e 25 contrari nel Dicembre 2012 e mai applicata. UNA LEGGE NON APPLICATA ! Giovani e meno giovani non compromessi stiano uniti, i colori non contano, le ideologie si superano, il lavoro fonda le Repubbliche e il proprio popolo. Troppi giovani e meno giovani sono senza lavoro e molti continuano a perderlo, non servono le feste di partito per pagare i mutui, neppure con i saluti referenziali ai soliti noti sono valsi a niente in questi anni, noi tutti paghiamo un prezzo troppo alto, anche se per troppo tempo abbiamo fatto finta di non vedere, disinteressandoci. Ripartiamo uniti senza mettere davanti le ideologie, ripartiamo dall’ impegnarci a fare proposte per creare posti di lavoro.

Consigliere della Repubblica di San Marino
Federico Pedini Amati        

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy