Psrs dice sì al tavolo di confronto con la Consulta dei Sammarinesi all’estero

Il Partito Socialista Riformista Sammarinese coglie molto favorevolmente la proposta – peraltro lanciata dal PSRS stesso domenica scorsa in sede di dibattito – formalizzata dalla Consulta dei cittadini sammarinesi residenti all’estero di istituire un tavolo di confronto partecipato dal governo, da tutte le forze politiche e dalla Consulta medesima con l’obiettivo di affrontare in termini costruttivi le problematiche sollevate ormai da diversi anni dai rappresentanti delle comunità estere.

Il PSRS ritiene, infatti, improcrastinabile che l’intera classe politica responsabilmente intraprenda un dialogo allargato per valorizzare l’importante risorsa dei nostri concittadini residenti in territorio straniero. In una fase altamente complessa per la nostra Repubblica, è fondamentale che tutti i sammarinesi, nessuno escluso, possano rafforzare il rapporto con il loro Paese d’origine. E’ il tempo di trovare le ragioni che uniscono l’intero popolo sammarinese, superando le divisioni e le discriminazioni che hanno portato a considerare i residenti all’estero cittadini di serie B.

Pertanto, il PSRS – nell’esprimere un sincero augurio di un proficuo lavoro al nuovo Presidente della Consulta Anna Maria Ceccoli ed un convinto apprezzamento per l’attività svolta dal Presidente uscente Paolo Ghiotti nel corso dell’ultimo anno – manifesta la propria totale disponibilità ad avviare immediatamente il confronto per dare risposte concrete ed adeguate alle istanze portate avanti dai cittadini sammarinesi residenti all’estero.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy