Rete: “La maggioranza non è più in grado di governare”

Rete: “La maggioranza non è più in grado di governare”

Fa alquanto sorridere sentire menzionare da esponenti di governo e di maggioranza le parole responsabilità e consenso popolare.

Avere senso di responsabilità significa capire quando è il momento di dire basta e prendere atto di una legislatura arrivata inevitabilmente al capolinea e significa anche comprendere che tornare alle urne, per permettere alla cittadinanza di mettere fine ad un immobilismo che dura ormai da quasi un anno, è la cosa giusta da fare.

Stiamo assistendo da qualche giorno ad uno spettacolo tanto squallido quanto puerile: una maggioranza capace di comunicare tra loro solo attraverso comunicati stampa è sintomo evidente che non è più una maggioranza in grado di governare.

Il Paese è ormai cosciente della gravità della situazione così come dell’impossibilità, per questa maggioranza, di trovare una soluzione ai tanti problemi che si fanno di giorno in giorno sempre più gravosi; le opposizioni, e il movimento Rete in particolare, hanno già dimostrato grande senso di responsabilità in occasione della legge sulle risoluzioni bancarie dello scorso luglio, ma ora è tempo che si torni alle urne.

D’altronde le posizioni differenti, espresse dai vari gruppi di questa maggioranza, rendono incomprensibile come le parti che la compongono possano portare avanti e condividere la prossima legge di bilancio che non promette nulla di buono.

 

Movimento Rete

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy