Rimini: Arrestata banda rumena del Gratta e Vinci

I poliziotti sono riusciti ad individuare e ad acciuffare la banda del “Gratta e Vinci”.

Quattro rumeni, 3 uomini e una donna, hanno messo a segno furti nelle tabaccherie di 2 regioni e aveva un debole per i grattini della fortuna, le cui vincite andavano a riscuotere attraverso una connazionale che abita a Rimini.

Grazie alla rumena residente a Rimini gli agenti sono risaliti all’intera banda, i cui componenti sono stati arrestati ieri mattina dopo 2 colpi messi a segno a Cervia.

I furfanti hanno prima saccheggiato una tabaccheria di un distributore della Esso e poi hanno rubato in un cantiere qualche arnese da scasso.

Gli inquirenti stanno ora comparando le loro impronte con quelle ritrovate sui luoghi di molti altri furti.

La prima segnalazione era arrivata proprio dai tabaccai di via Lagomaggio e di via Tripoli tanto è vero che avevano pagato spesso “Gratta e Vinci”, dove i tagliandini sembravano “lavati”.

Come se invece di grattarli fossero stati sbiancati con la candeggina.

La polizia hanno rintracciato la donna che compariva ogni volta nelle tabaccherie per riscuotere i soldi della vincita.

Una rumena 48enne, domiciliata a Rimini, con precedenti per frode informatica, era solo la ricettatrice di una banda che si muoveva tra Ravenna, Rimini, Pesaro e Fano.

I 3 uomini e la donna, nonché membri della banda, sono tutti residenti a Torino.

A dare la svolta nelle indagini erano state le schedine di alcuni alberghi cittadini dove il quartetto scendeva ogni volta in Riviera romagnola.

In particolare un hotel di via Pascoli, dove tornavano dopo le razzie, per consegnare il bottino alla complice stanziale che, trovandosi tra le mani centinaia di “Gratta e Vinci”, per risparmiare tempo e fatica, usava uno scolorente.

In manette sono finiti Julian Toran, Marian Dobrea, Alin Mihai e Maria Catalina Ungurianu.

Gli agenti hanno rinvenuto, sulle loro 2 auto, 3.000 euro in contanti, ricetrasmittenti, torce, tenaglie, martelli e guanti.

Fonte: “Il Resto del Carlino”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy