Rimini. Barista pestato per per qualche bottiglia di birra non pagata. Corriere Romagna

Corriere Romagna: Barista pestato per una birra non pagata / Il gestore del locale pretendeva un conguaglio di 10 euro sulle bottiglie consumate / Denunciati padre 50enne e il figlio 25enne vecchie conoscenze delle forze dell’ordine

RIMINI. Padre e figlio, vecchie conoscenze delle forze dell’ordine, sono stati denunciati dall’Ufficio prevenzione generale soccorso pubblico della questura con l’accusa di aggressione aggravata in concorso con ignoti. La coppia, papà 50enne e figlio di 25, è stata invitata a presentarsi negli uffici di corso d’Augusto sabato mattina, dopo un bel sonno rigenerante, necessario dopo il venerdì di bagordi trascorso a sorseggiare birra in compagnia di altri tre amici che la polizia sta ancora identificando.

Poco prima a varcare lo stesso portone era stato il gestore asiatico di un bar di via Marecchiese. Qui la combriccola si era data appuntamento per trascorrere la serata sorseggiando birra tra cinque amici. Tutto è filato liscio fino al momento dei saluti, che come da prassi sono avvenuti dopo il pagamento della consumazioni. Un conto le cui cifre però non tornavano al proprietario che ha chiesto una integrazione di una decina di euro. Una obiezione quella sollevata che gli è costata davvero cara.  Una obiezione quella sollevata che gli è costata davvero cara. I
cinque amici, risentiti, dopo un breve battibecco dalle parole sono passati ai fatti, ed hanno iniziato a colpire con schiaffi, calci e pugni lo sventurato.
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy