Rimini, con la Karnak, ha condannato l’economia di San Marino

La Tribuna Sammarinese titola: Ieri la sentenza del
tribunale di Rimini, sezione penale, sull’accusa di esterovestione ai dirigenti
dell’azienda di Chiesanuova
/ Karnak: dure condanne a Rimini e ora si teme per
la decisione del tribunale di Bologna
/ Ulteriore scossone per il sistema economico sammarinese. La sentenza riconosce
l’impossibilità di fare impresa a San Marino. Soddisfazione presso la Guardia
di Finanza di Rimini. Marco Bianchini: “Sono sorpreso, ma ho fiducia nel
sistema giudiziario”

La sentenza ovviamente ha un profondo significato politico, ma rappresenta anche
un motivo di riscatto da parte della Guardia di Finanza di Rimini che era
risultata soccombente nella causa presso la commissione tributaria nel 2008.

Un
clima di particolare soddisfazione si respirava infatti ieri presso la sede della
Gdf di Rimini che ora spera di poter contare su una sentenza favorevole per il
ricorso in atto presso il tribunale di Bologna che dovrebbe a breve decidere in
appello rispetto alla questione delle cartelle esattoriali.

“Sia io che i
manager del gruppo BIHolding – ha detto ieri Marco Bianchini – siamo sereni e
abbiamo fiducia nel sistema giudiziario. Attenderemo di leggere le motivazioni del
giudice tra 90 giorni e ci riserviamo di ricorrere in secondo grado. Io e la
mia famiglia continueremo a lottare per dimostrare di essere nel giusto”. Il
processo va quindi avanti e la colpevolezza non può essere riconosciuta fino a che
non si sarà espressa anche la Cassazione.

Intanto presso il Tribunale di Rimini
pende un’altra causa penale, quella relativa alla Wonderfood che ha caratteri
diversi, in quanto deve dimostrare un altro assioma, mai deciso dai tribunali italiani,
relativo alla residenza fiscale.  

Leggi anche l’articolo di Lionello Mancini sulla sentenza Karnak 

Meteo San Marino di N. Montebelli  

Vignette di
Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia sammarinese

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy