Rimini in guerra per l’aeroporto con Forli’ ed Ancona

Manuel Spadazzi di Il Resto del Carlino Rimini: La guerra nei cieli di Romagna / Missile americano sulla pista del ‘Fellini’ / Il gestore dello scalo forlivese accusa Enac di favorire l’aeroporto di Rimini

Come se non bastassero le accuse
arrivate da Ancona, ora arrivano
anche quelle da Forlì. Robert
Halcombe, l’imprenditore americano
gestisce il ‘Ridolfi’ ma ancora
attende il via libera da Enac (ovvero
l’ente nazionale di aviazionecivile)
per far ripartire lo scalo, è
convinto: Rimini è stata favorita
rispetto a Forlì nelle procedure di
riapertura dell’aeroporto. Influenze
politiche, secondo l’industriale
statunitense, avrebbero permesso
all’aeroporto di Rimini di avere
un percorso accelerato nel complicato
iter burocratico. Al punto tale
che Halcombe ha chiesto all’ex
parlamentare forlivese Pinza di intercedere
presso il premier Matteo
Renzi perché sblocchi la situazione
del ‘Ridolfi’. «Il rischio è
che l’aeroporto di Forlì riapra dopo
quello di Rimini perché non
siamo influenti politicamente».

(…) Chiaro il messaggio mandato ieri
da Halcombe, proprio come quello
che è arrivato dalle Marche. Dove
il parlamentare del Pd Piergiorgio
Carrescia ha presentato un’interrogazione
al ministero dei Trasporti,
convinto che Enav (l’Ente
nazionale di assistenza al volo)
stia ‘ridimensionando’ l’aeroporto
di Ancona, che pure è in aumento
di traffico e passeggeri, e favorisca
Rimini con investimenti
importanti, a partire da quelli alla
torre di controllo. Insomma, da
Forlì ad Ancona tutti ce l’hanno
con Rimini, che pure le sue ‘grane’
le ha passate, visto che l’aeroporto
è stato consegnato alla nuova
società di gestione Airiminum
molte settimane dopo il previsto.
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy