Rimini, l’ndrangheta c’è pure nella Riviera

(da “Il Corriere di Romagna”) Vincenzo Macrì, per anni alla Direzione Nazionale Antimafia e ora procuratore generale di Ancona, lancia l’allarme: “Il settore turistico riminese, soprattutto quello notturno, attira l’ndrangheta, la camorra e la mafia siciliana”.

L’avvocato Davide Grassi, membro del direttivo nazionale dell’associazione Sos Impresa, si preoccupa del menefreghismo delle persone: “Ogni volta che gente informata sui fatti lanciano un allarme, si tende a minimizzare le loro parole e i fenomeni di infiltrazione rimangono sotto traccia”.

“La Romagna e Rimini sono realtà ricche e i mafiosi vanno dove ci sono i soldi” evidenzia Enzo Ciconte, a lungo consulente della commissione della commissione parlamentare antimafia e ora studioso delle dinamiche delle associazioni mafiose.

Ciconte e Macrì, hanno rilasciato queste dichiarazioni, alla presentazione a Rimini del loro libro, dal titolo “Australian ‘ndrangheta”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy