Rimini. Polizia arresta un ladro in spiaggia: condannato a 4 mesi

RIMINI. Durante la notte i poliziotti della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine  impegnati nello specifico servizio di contrasto dei reati predatori commessi sugli arenili e lungo la spiaggia,  su disposizione della Sala Operativa della Questura di Rimini, sono intervenuti nei pressi del bagno 66 dove era stato segnalato un tentativo di furto. Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno raccolto le dichiarazioni di due uomini provenienti dalla Polonia.

Acquisite le dichiarazioni dei presenti e ricostruita la dinamica dei fatti i poliziotti, prontamente intervenuti, hanno accertato che mentre i due turisti si stavano rilassando lungo la battigia dello stabilimento, verso le ore 2.00,  un altro uomo, sdraiandosi sulla sabbia e strisciando, ha afferrato di nascosto lo zaino dell’amico, fino a quel momento adagiato sulla sabbia, non riuscendo però ad impossessarsene.


A quel punto sono giunti gli Operatori di Polizia che sono riusciti subito a bloccare in sicurezza uno dei tre,  mentre gli altri due soggetti sono riusciti a darsi alla fuga in direzioni diverse.

L’uomo, di 26 anni originario del Congo, è stato quindi condotto presso gli uffici della Questura, dove  al termine dell’attività di accertamento l’uomo,  è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato reato per il quale nella mattinata odierna è stato condannato alla pena di quattro mesi.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy